Cronaca
Commenta

Uno spettacolo al Seminario per
la giornata dell'affido famigliare

Un’occasione importante in un anno importante. A ridosso della Giornata nazionale dell’affido che si tiene ogni anno il 4 maggio e per festeggiare i 25 anni dalla fondazione, l’Associazione famiglie affidatarie “Il Girasole” di Cremona riporta in scena lo spettacolo sull’affido intitolato “I Benedetti”, scritto da Stefano Priori e interpretato da Stefano Priori e Giada Generali, soci del Girasole e attori. Una storia coinvolgente, non una favola, di chi, trovandosi a vivere sotto lo stesso tetto, si incontra e si scontra.
L’appuntamento è per sabato 7 maggio alle ore 17 presso il Salone Bolognini del Seminario di Cremona (via Milano, 5). A seguire, l’Associazione offrirà un aperitivo curato dal bar del seminario Dolce casa. Durante lo spettacolo sarà garantito un servizio di babysitter per i più piccoli. L’evento ha il patrocinio e la collaborazione del Comune di Cremona.

Lo spettacolo “I Benedetti”. È la storia di due persone prima di tutto. L’incontro di due vite che attraverso alcuni oggetti rimettono in gioco e rileggono i propri ricordi alla luce del tempo che passando li ha fatti diventare adulti, percorrere strade diverse ma non li ha fatti perdere di vista. Si inizia da un telefono che squilla e da una proposta. Una bambina ha bisogno di una famiglia che la accolga. Sara arriva presto, poco prima di Natale e ad accoglierla c’è Paolo.
Spaesati, confusi, entrambe pieni di aspettative ma anche di perplessità.
In scena non ci sono le famiglie, non ci sono i servizi sociali, ma ci sono due figli con la loro storia, con la loro naturale quotidianità che viene raccontata in un’ora di spettacolo che affronta un tema serio ma con un linguaggio leggero, frizzante e divertente quanto basta.
E’ proprio il rapporto tra due “quasi fratelli”; un figlio naturale e uno in affido che vivono un tratto della loro vita, l’infanzia e l’adolescenza sotto il tetto della famiglia Benedetti ad essere raccontato e messa in scena. Inevitabili le gioie, gli attriti, le confidenze, i litigi ma anche e soprattutto la vita di tutti i giorni.
Proprio lei, la vita di tutti i giorni, emerge dirompente nella sua semplicità
tanto che anche chi non ha mai sperimentato l’affido, vedendo certe scene si può rispecchiare e rivivere sentendosi protagonista e partecipe di una vita che potrebbe essere anche la sua: “L’affido non è poi una cosa così strana e lontana dalla realtà”.

L’Associazione “Il Girasole”, organizzazione di volontariato che promuove l’istituto dell’affido familiare in tutte le sue forme.
L’Associazione accompagna le famiglie nelle esperienze di affido di minori in situazione di fragilità familiare, attuando forme di sostegno e di collaborazione che vedono protagoniste proprio le famiglie, e gestisce il pronto intervento in emergenza per minori da 0 a 10 anni. Inoltre, l’Associazione opera azioni di sensibilizzazione sul territorio riguardanti la cultura dell’accoglienza e il supporto a minori in difficoltà. Il tutto, in stretta sinergia con il Comune di Cremona, l’Azienda sociale del cremonese e tutte le istituzioni e le realtà che si adoperano in favore dei minori accolti.

© Riproduzione riservata
Commenti