Cronaca
Commenta

La Fondazione Comunitaria
pubblica il Bilancio sociale

Oltre un milione di euro è stato erogato direttamente dall'ente, ma il 2021 ha visto destinare al territorio provinciale più di 9 milioni di euro, principalmente a causa delle ricadute legate all'emergenza Covid. Nel futuro ancora più impegno sul doppio fronte: sociale e cultura

Il 2021 è stato un anno particolare, nel quale – sulla provincia di Cremona – sono stati distribuiti oltre 9 milioni di euro in favore di progetti per il bene della comunità. Non tutti quanti frutto delle erogazioni della Fondazione Comunitaria, ma direttamente connessi al grande movimento della solidarietà a essa legato (la Fondazione è nata nel 2001 e fa parte del progetto di Fondazione Cariplo delle Fondazioni di Comunità). Anche alla luce di questa annata così particolare, per la Fondazione Comunitaria è tempo di fare il punto su quanto realizzato nell’anno trascorso, grazie alla pubblicazione della nuova edizione del Bilancio sociale, disponibile sul sito web dell’ente all’indirizzo www.fondazioneprovcremona.it.

 

La Fondazione ha erogato e ricevuto, durante l’anno 2021, esclusivamente donazioni in denaro. L’erogato è pari a 1.048.188,32 euro. Nel 2021 il più grande impegno è stato volto al finanziamento di progetti che prevedessero il contrasto al disagio sociale ed economico causato dalla pandemia da Covid-19: su iniziativa e con il fattivo sostegno di Fondazione Cariplo, che ha stanziato 100.000 euro, a febbraio 2021 la Fondazione ha lanciato una raccolta fondi straordinaria, ancora in corso, per far fronte all’emergenza Coronavirus istituendo il Fondo Povertà. Una risorsa sulla quale, sempre nel 2021, sono stati stanziati in totale 346.700.

 

Oltre al sociale, come di consueto per la Fondazione Comunitaria, particolare attenzione è stata posta a sostegno del settore culturale, tra i più colpiti dalla crisi conseguente l’emergenza sanitaria. Inoltre, annualmente, Fondazione Cariplo eroga direttamente sul territorio cremonese fondi denominati “Emblematiche provinciali”, finalizzati al sostegno di progetti di una certa entità, per i quali richiede parere preventivo al Consiglio di Amministrazione di Fondazione Comunitaria.  Nel 2021 sono stati pari a 400.000 euro.

 

“Siamo una casa di vetro e il bilancio sociale mostra tutto ciò che avviene nella Fondazione e al suo patrimonio – commenta Cesare Macconi, presidente dell’ente -. La caratteristica della Fondazione è quella di concentrarsi su eccellenze locali che rappresentano un unicum a livello nazionale e internazionale. Cerchiamo quindi di offrire il nostro supporto negli scenari più interessanti di Cremona, sposando la linea della cultura (con la musica e la grande tradizione liutaria), della formazione specialistica, e dei progetti più innovativi dedicati al sociale, come Cremona Be Care, progetto di welfare per la popolazione più anziana, oppure il progetto della cooperativa agricola sociale nata in seno ad Agropolis, che ha portato a produrre grano, farina macinata a pietra e pane agricolo e altri prodotti in ottica di attività per favorire competenze e autonomia a persone in stato di fragilità”.

 

Fra le attività programmate e pianificate per il futuro dal Consiglio di amministrazione della Fondazione si evidenziano il potenziamento delle raccolte fondi,  l’allargamento delle reti di collaborazione con gli altri enti del territorio,  l’implementazione della sezione comunicazione (con l’istituzione di una newsletter, maggior cura dei social, l’aumento dei rapporti con le testate giornalistiche locali), una  maggior attenzione all’attività culturale, con un occhio di riguardo all’ambito musicale e liutario, dato la particolare vocazione di Cremona come patria del maestro Antonio Stradivari e patrimonio immateriale dell’Unesco. Con questo Bilancio sociale iniziato l’ultimo anno di questa gestione e, dopo l’estate, la Fondazione inizierà il percorso di rinnovo delle procedure del Consiglio.

© Riproduzione riservata
Commenti