Cronaca

Madonna blasfema, Arcigay prende
le distanze: "Gesto di cattivo gusto"

Un'immagine del Cremona Pride

Dopo il fuoco di fila delle polemiche sulla vicenda della Madonna blasfema che ha sfilato durante il Pride di sabato, anche Arcigay La Rocca Cremona prende le distanze da quanto accaduto, definendo il gesto “di cattivo gusto”.

A dirlo è il presidente, Lorenzo Lupoli, che non nasconde il proprio dispiacere per un gesto che ha gettato fango su una bellissima manifestazione. “Siamo molto soddisfatti di come è andata la festa di sabato, ma siamo anche molto dispiaciuti per quanto accaduto a margine, e che purtroppo non è dipeso da noi: avevamo lasciato ai partecipanti libertà di scendere in piazza come meglio credevano”. Nessuno si sarebbe aspettato, tuttavia, di vedere un simbolo di quel tipo in manifestazione: “Quanto accaduto non rappresenta i nostri valori e non c’entra nulla con le nostre rivendicazioni” sottolinea Lupoli.

“Noi lottiamo per la laicità delle istituzioni, ma non vogliamo che venga offesa la sensibilità dei cattolici. Anzi, il tema di come vivono le minoranze omosessuali nella comunità cattolica e cristiana è addirittura uno dei temi della rassegna cinematografica che abbiamo organizzato, in quanto siamo consapevoli che la Chiesa Cattolica fa parte della storia del Paese, al di là delle sensibilità individuali. E credo che far finta che non esista una maggioranza che ha come riferimento quell’istituzione è miope. Così come ritengo di cattivo gusto attaccarla in quel modo. E’ qualcosa che non ci rappresenta e a cui non vogliamo essere associati” conclude Lupoli.

LaBos

© Riproduzione riservata
Caricamento prossimi articoli in corso...