Cronaca
Commenta

Pendolari intrappolati, 325 minuti
di ritardo sul treno delle 18,20

Ripercussioni del maltempo di ieri si sono avute anche sul trasporto ferroviario. Il treno delle 18,20 da Milano ha accumulato oltre due ore di ritardo, per la rabbia dei pendolari: il treno è arrivato a destinazione con un ritardo – monstre di 325 minuti. Certo ci sono state cause di forza maggiore a causa dei binari ostruiti da materiali vari, come avvenuto nel tratto di ferrovia parallelo a via Milano, alle porte della città, a causa di un pezzo di tettoria volata via dal centro cottura di via Mocchino.

 

Ma qualcosa  poteva essere tentato, per rendere più agevole il riorno a casa da Milano, secondo il comitato InOrario:  “Possibile – si legge sulla pagina facebook – che in questi 200 e passa minuti di ritardo, non sia stato possibile organizzare 1 (UNO) pullman per Cremona / Mantova? Perché, se si propone al capotreno di chiedere una deviazione via Fidenza per cercare di far partire qualcosa, bisogna ridere in faccia?”

In mattinata, per fortuna, la circolazione sembra essere regolare.

© Riproduzione riservata
Commenti