Cronaca
Commenta

Scolaresca di Castelvetro a Malta
accolta nella sede del Ministero

E’ terminata domenica 10 luglio l’avventura in suolo maltese che ha visto come protagonisti gli ex – studenti di classe quinta elementare che avevano frequentato il corso per la certificazione linguistica  Cambridge della Scuola Primaria K. Wojtyla di Castelvetro Piacentino, accompagnati dall’ insegnante Florinda Calì e da alcuni genitori e dall’insegnante Filomena Colasante, in un viaggio extrascolastico a Malta.

I ragazzi, dopo aver dimostrato le loro avanzate conoscenze in lingua inglese durante l’anno scolastico, hanno visto costruirsi pezzo dopo pezzo un sogno che a molti sarebbe sembrato impossibile: una settimana alla scoperta dell’isola di Malta e della sua storia, con annesso un corso di inglese presso la International Link School of English a Swieqi e moltissimo divertimento in spiagge paradisiache. Tra una lezione di matematica interattiva tra le vie di Mdina con la docente locale Ms Ann Marie Micallef e la visita al modernissimo museo dell’Explora né i grandi accompagnatori né i piccoli studiosi si sono annoiati.

Al termine di tutte le lezioni e di tutte le attività, gli alunni, più che preparati alla sfida, hanno ottenuto come testimonianza gli Attestati di livello A2 e B1 nella lingua britannica, rilasciati dalla scuola. Nel frattempo hanno anche conseguito la Certificazione Cambridge di livello A1, A2 e per i giovanissimi Andrea Fulcini e Aliss Adam, di soli 11 anni, la certificazione B1, organizzata dalla  Scuola Primaria e dalla Scuola Secondaria di Primo Grado di Castelvetro, con le insegnanti Calì Florinda e Lauretta Gatti.

Il momento più saliente del viaggio è stato senza dubbio l’incontro con il Ministro dell’istruzione, della cultura e dell’ambiente maltese (MEYR), Hon. Clifton Grima, che ha accolto i ragazzi nella sede ufficiale del Ministero a Great Siege Road a Floriana nella mattina di lunedì 4 luglio. Nonostante l’agitazione, questi ci hanno tenuto a dimostrare il loro entusiasmo esponendo in lingua inglese ciò che avevano imparato durante il corso della docente Florinda Calì riguardo alla nazione sotto gli occhi dei presenti. Oltre al Ministro, la Segretaria Generale Josephine Cross Depares e, a sorpresa, il campione di pallanuoto Matteo Aicardi. L’Hon. Prof. John P. Portelli si è assentato poiché in quarantena da Covid ma aveva incontrato una rappresentanza degli studenti il 20 giugno scorso.

I piccoli studenti hanno esposto in lingua inglese la geostoria dell’arcipelago maltese (Martina Furlan e Vanessa Colombo), dei Cavalieri di Malta (Sara D’Urgolo e Massimo Stecconi), l’assetto politico e la forma di governo (Sarah Goxhaj, Aliss Adam e Livia Buffon), la bandiera (Alberto Pollastri e Paola Lamanna), l’origine del nome di Malta (Samuele Isabella Valenzi e Sofia Groppi), i simboli ( Daria Buffon e Martina Morandi) e i piatti tipici e le bevande(Keren Bonvicini e Alice Fagioli), il tutto tratto dal libro di cultura maltese redatto per le proprie classi dall’insegnante Florinda Calì. Hanno poi eseguito un dialogo in tre lingue, Italiano, Inglese e Maltese, Andrea Fulcini e Lico Denion. I ragazzi hanno strappato un fragoroso applauso per le loro performances che sono state impeccabili, tralasciando qualche intoppo dovuto alla giustificata ansia della situazione. Con un toccante discorso sull’importanza della figura docente, il Ministro Clifton Grima ha poi
raccontato il suo punto di vista riguardo al rispetto verso i maestri e al ruolo fondamentale che hanno nella società. Dopo aver scattato un paio di foto, inoltre, la maestra Florinda Cali ha donato al Ministero, come gesto simbolico, dei prodotti tipici piacentini quali una forma di Parmigiano e dei salami gentili, oltre a tre schizzi di Gaspare Calì, talentuoso artista siciliano nonché padre dell’insegnante e discendente di Giuseppe Calì, noto artista nazionale maltese.

Al termine dell’incontro è quindi risultato chiaro l’obbiettivo raggiunto: sono state poste le basi per il progetto di gemellaggio e di scambio culturale presentato dall’ insegnante Calì, tra le scuole  dell’Istituto Comprensivo di Cortemaggiore e le scuole maltesi. Per citare il Ministro, in Italiano ha detto: “Quando si crea una collaborazione tra Paesi, solo risultati buoni possono essere ottenuti”.

Per i ragazzi appena tornati a casa è dunque finita una settimana di avventure, ma per quelli che
ricominceranno a studiare inizierà forse una nuova era dell’istruzione multiculturale; proprio qui nel Piacentino con lezioni di lingua maltese e incontri tra i due paesi potremmo vedere il sorgere di una collaborazione tra due Paesi legati nel profondo della storia e delle tradizioni.

© Riproduzione riservata
Commenti