Cronaca
Commenta

"Il Cammino della Postumia"
all'Aquileia Film Festival

Da sinistra: Alessandro Scillitani, Cristiano Tiussi (Archeologo e Direttore della Fondazione Aquileia) e Paolo Rumiz

Straordinaria partecipazione di pubblico, quasi 1000 persone per la serata di proiezione del film Il Cammino della Postumia, prodotto da Provincia di Cremona e Padania Acque SpA e curato da Giorgio Brugnoli, nell’ambito del prestigioso Aquileia Film Festival, la rassegna del cinema archeologico realizzata dalla Fondazione Aquileia in collaborazione con Archeologia Viva.
Il film è stato accolto dal pubblico con grande entusiasmo ed è stato molto apprezzato.

Inoltre, in diretta streaming erano collegate altre 1250 persone da Italia, USA, Canada, Francia, Germania.
Alla serata hanno partecipato il regista del film Alessandro Scillitani, il noto scrittore e giornalista Paolo Rumiz, voce narrante nel film.

Era inoltre presente Paola Ventura, archeologa della soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio del Friuli-Venezia Giulia.
“Attraverso i piedi senti i passi dei milioni di persone che ti hanno preceduto” ha detto Paolo Rumiz, giornalista e scrittore intervistato da Cristiano Tiussi, archeologo e direttore della Fondazione Aquileia.

Alessandro Scilitani, regista del film, ha raccontato al pubblico l’emozione di percorrere a piedi le antiche vie consolari romane.
Nel corso della serata sono stati anche ricordati gli importanti e recentissimi ritrovamenti a Bedriacum, di una porzione cospicua di via Postumia.

L’Aquileia Film Festival, come spiegano gli organizzatori, è un’occasione per ricordare il valore del nostro patrimonio culturale e farlo conoscere unendo contenuti rigorosamente scientifici alla spettacolarità del cinema.

«Sette serate tra archeologia, storia e attualità che hanno registrato quasi sempre il tutto esaurito sulla piazza – sottolinea Roberto Corciulo, presidente della Fondazione Aquileia – con 4650 spettatori in platea, un riempimento dell’83% della capienza totale e tre serate con gli 800 posti a sedere completamente esauriti. Il dato straordinario, che ci conferma una volta in più quanto forte sia l’interesse del pubblico per le proposte culturali, è che accanto alla piazza reale tutte le sere c’era una piazza virtuale, collegata in diretta streaming, che ha totalizzato 10.323 utenti unici collegati da 11 Paesi: in testa Italia, Stati Uniti, Canada, Francia e Germania».

© Riproduzione riservata
Commenti