Ambiente
Commenta

Abbandono rifiuti di fianco ad Aldi
Sanzionati sette trasgressori

Prevista la chiusura dell'area privata da parte del supermercato Aldi, mentre gli agenti della Polizia Locale proseguiranno il monitoraggio con frequenti passaggi in zona, avvalendosi inoltre dei nuovi strumenti di videosorveglianza in dotazione all'Unità Ambientale, per l'individuazione dei responsabili.

Prosegue l’attività della Polizia Locale, in sinergia con il Servizio Ambiente ed Ecologia del Comune di Cremona e Linea Gestioni S.r.l. (Ufficio Igiene Ambientale), volta a contrastare l’abbandono di rifiuti.

In questo periodo particolare attenzione è stata posta alla zona di via Postumia, nei pressi dell’area raccolta rifiuti privata del supermercato ALDI S.r.l., dove alcune persone, incuranti delle regole e privi di senso civico, hanno gettato rifiuti domestici di ogni genere. In questo caso gli agenti dell’Unità Operativa Ambientale della Polizia Locale, attraverso sistemi di videosorveglianza, sono riusciti ad individuare sette trasgressori, sanzionati per abbandono di rifiuti, mentre gli addetti del servizio di raccolta di Linea Gestioni s.r.l. hanno provveduto, con interventi straordinari extra contratto, alla pulizia dell’area.

In questi giorni i responsabili dell’Ufficio Ecologia del Comune, con la responsabile dell’Ufficio Igiene Ambientale di Linea Gestioni s.r.l., l’Ufficiale di coordinamento della squadra di Polizia Ambientale, unitamente all’area manager di ALDI S.r.l., si sono incontrati per valutare le future azioni di collaborazione da mettere in campo per risolvere il problema di questi continui abbandoni. Tra queste è anche prevista la chiusura dell’area privata da parte del supermercato ALDI s.r.l., mentre gli agenti della Polizia Locale proseguiranno il monitoraggio con frequenti passaggi in zona, avvalendosi inoltre dei nuovi strumenti di videosorveglianza in dotazione all’Unità Ambientale, per l’individuazione dei responsabili. Nel mese di agosto il problema dell’abbandono indiscriminato di rifiuti è tornato a ripresentarsi in modo consistente creando disagi alla cittadinanza, arrecando danni al decoro urbano e determinando un aumento dei costi del servizio di gestione dei rifiuti.

Anche in questo caso efficace è stata l’azione della Polizia Locale che ha permesso di comminare quattro sanzioni e ha provveduto ad avvisare Linea Gestioni per l’effettuazione della pulizia delle aree. L’Unità Ambientale della Polizia Locale nell’anno in corso ha elevato 53 sanzioni che riguardano l’abbandono dei rifiuti, la non corretta differenziazione, l’irregolare esposizione alla raccolta. Le violazioni sono state contestate a cittadini privati ma anche ad attività commerciali.

Grazie alla nuova dotazione di telecamere di videosorveglianza è stato possibile rafforzare il contrasto di comportamenti scorretti e proseguirà l’azione volta ad arginare fenomeni legati non solo all’abbandono dei rifiuti, ma anche al degrado ed ai vari illeciti in ambito ambientale ed edilizio. Un ulteriore invito viene rivolto ai cittadini per il rispetto delle regole di gestione dei rifiuti ed in particolare alla corretta separazione delle diverse frazioni (plastica, vetro, carta, metallo, umido, verde) che devono essere conferite negli appositi contenitori che Linea Gestioni provvede a svuotare. Un semplice gesto con il quale si contribuisce alla tutela dell’ambiente, al decoro della città, al contenimento dei costi del servizio di igiene urbana.

© Riproduzione riservata
Commenti