Cronaca
Commenta

Poste di via Verdi imbandierate
di giallo: cantiere fino a giugno 2023

Da oggi sulla facciata esterna del palazzo di Via Verdi, è apparsa una speciale copertura dedicata a “Cento Facciate” l’iniziativa di Poste Italiane per il recupero e il restauro di cento tra le facciate esterne degli edifici storici di proprietà dell’azienda, tra cui quello di Cremona.  Fin dalla scorsa estate è iniziato l’allestimento del ponteggio, che ha prima interessato le facciate laterali e solo da ultimo quella di via Verdi.
Sullo sfondo del telo, risalta il profilo della penisola italiana, con cento punti gialli che simboleggiano gli edifici interessati. L’Azienda celebra con “100 facciate” la propria storia e la capillarità sul territorio nazionale, sono ben 12.800 gli Uffici Postali disseminati nel Paese.

La copertura temporanea misura circa 300 mq e rimarrà fino al termine dei lavori previsto entro il primo semestre 2023.

I palazzi di Poste Italiane, tra cui quello di Cremona, sono opere d’autore, nelle loro più diverse declinazioni artistiche e strutturali hanno rappresentato negli anni la trasformazione che il nostro Paese ha vissuto tra la fine dell’Ottocento e il secondo Dopoguerra. Anche dal punto di vista della cultura architettonica hanno contribuito a delineare il contorno di una inedita modernità: soprattutto dagli anni ‘30 del Novecento, nel segno dello stile razionalista. Senza dimenticare l’importante ruolo sociale che hanno rappresentato.

La bellezza del Palazzo di via Verdi a Cremona è stata esaltata nel volume artistico “Le belle Poste. Palazzi storici delle Poste Italiane” edito da Franco Maria Ricci proprio in occasione dei 160 anni di Poste Italiane. Il testo è una raccolta di schede tecniche, immagini e approfondimenti degli edifici storici accompagnati da bozze e disegni realizzati da fotografi d’eccellenza come Luciano Romano, Giovanni Ricci-Novara e Massimo Listri.

© Riproduzione riservata
Commenti