Politica
Commenta

Un nuovo bando per riqualificare piazza
Roma, ma è polemica sulle opere pubbliche

Revisione del piano annuale delle opere pubbliche con polemica. Nel Consiglio comunale di oggi il vicesindaco Andrea Virgilio ha presentato le variazioni al programma annuale: modifiche alla forma di finanziamento di alcune opere, inserimento di nuovi interventi ma anche eliminazione di altri. Tra questi, l’adeguamento sismico delle scuole Trento e Trieste, S.Ambrogio e Monteverdi,  la riqualificazione dei giardini di Piazza Roma (150mila euro nel 2022, 800mila nel 2023, 941mila nel 2024), esclusa dal finanziamento del Pnrr; e la manutenzione straordinaria con bonifica amianto del  Centro civico Maristella (515mila euro). Su queste due ultime voci ha chiesto chiarimenti Federico Fasani (FI): quale è lo stato di attuazione del progetto sull’ex ospedale e se sia in programma la demolizione del centro civico del Maristella. E’ stato poi il capogruppo Carlo Malvezzi a presentare un ordine del giorno che impegna il sindaco a reperire le risorse su questi due capitoli, nella prossima stesura del piano opere pubbliche.

SCARICA QUI LA TABELLA DELLE VARIAZIONI

L’odg è stato approvato anche dalla maggioranza, come ha spiegato il capogruppo Pd Roberto Poli confermando che l’obiettivo dell’amministrazione Galimberti è esattamente quello indicato nell’odg.

Dopo due mancati finanziamenti in altrettante partecipazioni a bandi, la riqualificazione di piazza Roma  sarà inserita adesso in un altro concorso per l’assegnazione di contributi.. Ma il problema, afferma Malvezzi, “è che voi non avete uno straccio di progetto, avete presentato solo delle schede ed è per questo che i bandi sono stati persi. Colpisce che ad oggi questo comparto che era al centro del vostro programma elettorale  sia ancora all’anno zero. E non vedo progettualità neanche per corso Matteotti, Garibaldi, per le Gallerie”.

“L’ordine del giorno è estremamente scontato e già implicito nel nostro Piano delle opere pubbliche”, ha risposto Virgilio. “Nostra responsabilità di amministratori è non agire in modo autoreferenziale. In questi mesi abbiamo ottenuto risorse per 40milioni di euro basandoci sui nostri progetti, qualche volta coi tecnici del Comune dobbiamo fermarci, perchè non abbiamo abbastanza risorse umane per portare avanti le pratiche”. Virgilio ha fatto anche notare come “il bando per il comparto di via Radaelli (ex ospedale) sia stato apprezzato, anche dal presidente della Regione Fontana per la sua valenza sociale”.

Sottolineata poi l’importanza della collaborazione coi privati: “Fra qualche giorno coinvolgerò pubblicamente i professionisti della città perchè i fondi del Pnrr sono un’occasione straordinaria anche per il privato”. In vista c’è la riqualificazione di piazza Giovanni 23°, piazza Lodi, la stessa via Radaelli, interventi sul verde al Vecchio Passeggio”.

Ha infine risposto alle critiche di FI citando alcuni atti dell’amministrazione Perri rimasti senza esito: “Quando mi sento accusato di mancanza di visione della città, vi chiedo: secondo voi è visione promettere il primo lotto di strada sud e poi far pagare il progetto all’amministrazione successiva? Oppure i bandi di idee per piazza Stradivari o sul City Hub? O ancora alla rinuncia dei finanziamenti per il completamento dei lavori alla stazione?”
Citato anche il Fondo Eridano, con il quale nel 2013 l’amministrazione provinciale (non quella comunale) retta dal centrodestra conferì ad un fondo immobiliare 13 edifici di sua proprietà con il risultato, da allora, di  dover pagare affitti per poterli utilizzare.

Consiglieri di Forza Italia soddisfatti comunque per il voto favorevole all’odg, “per aver indirizzato la Giunta Comunale ad impegnarsi a reperire e a stanziare le risorse necessarie a ricostruire il centro civico del Maristella di cui si prevede la demolizione (demolizione che però viene smentita dalla maggioranza, ndr). Tale impegno sarà ufficializzato in occasione della prossimo aggiornamento del piano delle opere pubbliche. La nostra proposta nasce dalla constatazione che la Giunta Comunale sta privilegiando alcuni quartieri della città, mentre altri sembrano del tutto dimenticati.
Il medesimo ordine del giorno impegna la Giunta Comunale ad intervenire presentando un progetto organico di riqualificazione dei giardini di piazza Roma, anch’essi lasciati da troppo tempo a subire i colpi dell’incuria e l’offesa del degrado.
Durante il Consiglio Comunale abbiamo evidenziato che, proprio la mancanza di un pensiero progettuale articolato in scelte culturali e tecniche, sta alla base delle ripetute bocciature delle richieste di finanziamento presentate, a più riprese, dall’Amministrazione, ultima in ordine di tempo il bando PNRR”.

Alla fine il programma delle Opere Pubbliche 2022-2024 e relativo elenco dei lavori per l’anno 2022 modificato ed integrato è stato approvato: 15 voti a favore e 9 astenuti (tutti gli esponenti di minoranza presenti in aula). gbiagi

© Riproduzione riservata
Commenti