Cronaca
Commenta

Miglioramento sismico liceo Anguissola
Entro l'anno l'appalto da 2,6 mln

Entro l’anno saranno aggiudicati i lavori per una nuova fase di interventi presso il Liceo delle Scienze Umane ed Economico Sociale “S. Anguissola” a Cremona. A darne la notizia, durante un sopralluogo all’Istituto scolastico, Silvia Genzini, Consigliera provinciale delegata all’edilizia scolastica con il dirigente di Settore Giulio Biroli e i funzionari della Provincia, Massimiliano Rossini e Massimo Masotti, alla presenza della Vice Preside, Marzia Catelli.
“Stiamo procedendo con verifiche nei cantieri per fare il punto della situazione in previsione anche di futuri lavori – ha precisato Genzini – Nello specifico, per quanto attiene il Liceo Scienze Umane “S. Anguissola” sono previsti lavori per un ammontare complessivo di euro 2.636.574, i mporto  finanziato dall’unione europea – NextGenerationEU.
L’aggiudicazione è prevista entro il 31 dicembre di quest’anno e l’esecuzione dei lavori presumibilmente avverrà la prossima primavera, la durata dei lavori sarà di un anno”.
Ha continuato la Genzini: “I nuovi interventi vanno a completare quelli già conclusi sullo stesso stabile; in particolare i lavori riguarderanno l’efficienza energetica, le misure antincendio, antisismiche ed adeguamento degli impianti ed adeguamento degli spazi. Si interverrà, quindi, su diverse porzioni dell’immobile: la palestra grande, gli spogliatoi, la palestra piccola, corpo Ovest, corpo via Oberdan e parte connettiva (collegamento palestre-scuola). Ciò permetterà un utilizzo più funzionale degli stessi spazi, più moderni, accessibili ed innovativi, con ricadute anche sul risparmio energetico, a beneficio degli studenti e della comunità locale”.

La società Centro Padane s.r.l. è stata incaricata dalla Provincia di Cremona della redazione del progetto preliminare, definitivo ed esecutivo dell’intervento di completamento del miglioramento sismico e alle norme di prevenzione incendi dei fabbricati di parte del Liceo. L’edificio che ospita il Liceo delle Scienze Umane “Anguissola” è stato stato in passato abitazione della famiglia Araldi Erizzo. Dopo l’estinzione del casato l’edificio venne posto in vendita nel 1883, ed acquistato dal Comune di Cremona per adibirlo a Scuola Normale. Attualmente è in carico alla Provincia di Cremona.
Il complesso è molto articolato e si compone di numerosi corpi di fabbrica costruiti in periodi diversi. L’intervento in oggetto si concentrerà su una parte vincolata, costruita nel 1911, ed una parte realizzata nel 1971 (palestra grande) non soggetta a vincolo. Gli spazi interessati dai lavori sono utilizzati come palestra, spogliatoi e servizi igienici.

I principali problemi evidenziatesi riguardano principalmente:
– Nella palestra grande necessari adeguamenti alla normativa antincendio e antisismica e adeguamenti degli impianti e delle opere edili connessi a questi interventi.
– Nella palestra piccola necessari adeguamenti alla normativa antincendio e antisismica e adeguamenti degli impianti e delle opere edili connessi a questi interventi.
– Nella zona spogliatoi adeguamenti alla normativa antisismica e opere edili connesse e necessarie alla riorganizzazione funzionale di questi spazi.
Inoltre:
– nel corpo ovest sono previsti adeguamenti alla normativa antisismica e antincendio e opere edili connesse e necessarie alla riorganizzazione funzionale del blocco bagni al primo piano e un intervento sulla copertura con cedimenti strutturali.
– la verifica sulla presenza di parti di amianto nei pavimenti di linoleum delle palestre ha mostrato una modesta presenza di amianto nel pavimento della palestra non friabile che necessita di opportune tecniche per la rimozione e lo smaltimento in discariche autorizzate.
Fasi di intervento
il progetto si organizzerà attraverso tre fasi distinte:
– 1° fase: intervento sulla porzione di fabbricato della palestra grande e sugli spogliatoi
– 2° fase: intervento sulla la palestra piccola e il corpo Ovest.
– 3° fase: intervento sui bagni di via Oberdan e completamento opere esterne.

Il progetto affronta numerosi aspetti che si differenziano a seconda della zona d’intervento:

PALESTRA GRANDE:
– Rifacimento della copertura, per esigenze strutturali ma mirate anche a garantire un migliore efficienza energetica del pacchetto, con la posa di nuove lattonerie e linee vita necessarie alle successive manutenzioni in sicurezza.
– Rifacimento delle pareti esterne per esigenze strutturali ma mirate anche a garantire un migliore efficienza energetica del pacchetto.
– La realizzazione di nuovi serramenti a taglio termico con doppio vetro e camera d’aria nei prospetti e dei serramenti interni.
– Rifacimento massetto e pavimento del piano terra con finitura in pavimento sportivo in gomma ecocompatibile.
– Tinteggiatura di tutte le superfici interne ed esterne oggetto d’intervento.

SPOGLIATOI:
– Ridefinizione funzionale dei bagni e degli spogliatoi che risultano oggi solo parzialmente utilizzati e poco fruibili a causa delle condizioni di conservazione e dell’evolversi delle esigenze scolastiche
– Adeguamento dei bagni sui quali si interviene alla normativa sulle barriere architettoniche.
– Rifacimento di parte del manto di copertura, con sostituzione del fibrocemento con lamiera dello stesso colore e tipo di quella della palestra, delle lattonerie e la posa linee vita necessarie alle successive manutenzioni in sicurezza.
– La realizzazione di nuovi serramenti a taglio termico con doppio vetro e camera d’aria nei prospetti e dei serramenti interni.
– Sistemazione facciata verso il cortile interno.
– Rifacimento pavimento anche a causa dei necessari interventi impiantistici dovuti alla nuova definizione degli spazi.
– Tinteggiatura di tutte le superfici interne ed esterne oggetto d’intervento.

PALESTRA PICCOLA:
– Ripasso della copertura, nelle zone con presenza di infiltrazioni, sostituzione delle parti ammalorate della copertura e posa linee vita necessarie alle successive manutenzioni in sicurezza.
– Rimozione e posa di nuovo controsoffitto conforme alla normativa antincendio.
– Sistemazione delle pareti nelle zone in cui verrà rimosso un rivestimento in perlinato non conforme alla normativa antincendio.
– Rifacimento pavimento e di parte del massetto a causa della rilevata presenza di piccole quantità di amianto nella finitura esistente e per la non conformità alla normativa antincendio.
– Tinteggiatura di tutte le superfici interne oggetto d’intervento.

CORPO OVEST:
– Rifacimento della copertura, per esigenze strutturali ma mirate anche a garantire un migliore efficienza energetica del pacchetto, con la posa di nuove lattonerie e linee vita necessarie alle successive manutenzioni in sicurezza.
– Posa di nuovo controsoffitto al piano terra conforma alla normativa antincendio e a mascheratura degli interventi di miglioramento sismico e dei nuovi impianti necessari alla nuova definizione funzionale degli spazi.
– Ridefinizione funzionale dei bagni del piano terra e primo che risultano oggi solo parzialmente utilizzati e poco fruibili a causa delle condizioni di conservazione e dell’evolversi delle esigenze scolastiche.
– Adeguamento dei bagni sui quali si interviene alla normativa sulle barriere architettoniche.
– Rifacimento pavimento al primo piano anche a causa dei necessari interventi impiantistici dovuti alla nuova definizione degli spazi.
– Tinteggiatura di tutte le superfici interne oggetto d’intervento.

CORPO VIA OBERDAN:
– Ridefinizione funzionale dei bagni che risultano oggi solo parzialmente utilizzati e poco fruibili a causa delle condizioni di conservazione e dell’evolversi delle esigenze scolastiche.
– Adeguamento dei bagni sui quali si interviene alla normativa sulle barriere architettoniche.
– Rifacimento pavimento anche a causa dei necessari interventi impiantistici dovuti alla nuova definizione degli spazi al piano primo
Miglioramento dell’accessibilità ai non abili mediante la posa di un servoscala per garantire l’accesso al secondo piano di via Oberdan dal livello ultimo dell’arrivo del sistema di ascensore.
– Tinteggiatura di tutte le superfici interne oggetto d’intervento.

CONNETTIVO (collegamento palestre-scuola):
– La realizzazione di nuovi serramenti del corpo di collegamento palestre-scuola a taglio termico con doppio vetro e camera d’aria nei prospetti e dei serramenti interni.
– Rifacimento di parte del manto di copertura del corpo di collegamento palestre-scuola, con sostituzione del fibrocemento con lamiera dello stesso colore e tipo di quella della palestra, delle lattonerie e la posa linee vita necessarie alle successive manutenzioni in sicurezza.
– Rifacimento pavimento del corpo di collegamento palestre-scuola anche a causa dei necessari interventi impiantistici dovuti alla nuova definizione degli spazi al piano primo.

© Riproduzione riservata
Commenti