Economia
Commenta

Crescita, innovazione, tecnologia
corso di Confcommercio

Oggi presso il CRIT, polo per la “Crescita, Relazione e Innovazione Territorio”, si è svolto un nuovo incontro
sui temi dell’ICT, della digitalizzazione e dell’innovazione per le aziende del territorio cremonese.
All’appuntamento, organizzato da Confcommercio provincia di Cremona con la collaborazione di Assintel,
l’Associazione Nazionale di riferimento delle imprese di Information & Communication Technology e Digitali,
hanno partecipato una quarantina di aziende del territorio che si occupano specificatamente di ICT o che
sono interessate ad approfondire la tematica.
Durante la fase iniziale dell’evento, il direttore di Assintel, Andrea Ardizzone, ha presentato i principali dati
dell’Assintel Report 2022, redatto insieme alla società di ricerca indipendente IDC Italia, con la sponsorship
di Confcommercio, Grenke e Intesa Sanpaolo. “Dall’elaborato – ha spiegato Ardizzone – emerge che la spesa
delle imprese italiane per l’ICT è cresciuta nel 2022 del 5,4% rispetto al 2021, raggiungendo i 36,3 miliardi di
euro. Anche le stime per il 2023 seguono questo trend, arrivando a prevedere il superamento di quota 38
miliardi di euro per il nuovo anno. All’interno del mercato ICT italiano, la Lombardia riveste un ruolo cruciale
perché ha una quota equivalente a circa il 25%, avendo una platea di quasi 700.000 imprese digitalizzate che
raggiungono complessivamente una spesa di 9 miliardi di euro.”
Nella fase centrale è intervenuta Deborah Ghisolfi, la presidente del Gruppo Innovazione di Confcommercio
provincia di Cremona, che si è soffermata sui sei pilastri alla base della trasformazione digitale delle aziende.
“L’orientamento di un’azienda verso il digitale – specifica Ghisolfi – parte da un’accurata strategia basata
sulla definizione di processi aziendali che includano software, persone e innovazione. Nella ricetta “perfetta”
le aziende non devono dimenticare che la trasformazione digitale è un processo di cambiamento che può
avvenire solo grazie ad una leadership basata sul ruolo fondamentale delle risorse umane all’interno
dell’azienda stessa.”
Al termine dell’evento, il direttore generale di Confcommercio provincia di Cremona Stefano Anceschi, ha
presentato ufficialmente l’apertura dello sportello SPIN, Sportello Innovazione, che dal prossimo 14
novembre sarà attivo presso le sedi dell’associazione, a Cremona ed a Crema. “Sono orgoglioso – racconta
Anceschi – che anche a Cremona avremo attivo uno SPIN che grazie alla collaborazione con il nostro sistema
nazionale EDI, Ecosistema Digitale per l’Innovazione, potrà svolgere l’importante ruolo di essere una
piattaforma digitale di incontro tra domanda ed offerta di servizi legati all’innovazione e alla transizione
digitale.

Le nostre aziende associate del settore ICT potranno offrire servizi ed opportunità ad altre imprese
associate dei settori che ci contraddistinguono: commercio, turismo, logistica, servizi ed ai professionisti.
Alcuni esempi: forniremo check-up digitali gratuiti, servizi di consulenza personalizzata e servizi ad alto valore
aggiunto quali piattaforme di e-commerce e servizi di rete, senza dimenticare che le aziende che accederanno
allo SPIN potranno usufruire di formazione gratuita negli ambiti della trasformazione digitale oppure di un
supporto finanziario per l’apertura o lo sviluppo dell’azienda tramite la gestione di specifici bandi o l’accesso
al credito facilitato.”

Confcommercio provincia di Cremona è a disposizione di tutte le aziende interessate per fornire maggiori
informazioni sullo sportello SPIN contattando lo 0372/567541, scrivendo all’ indirizzo email
marketing@confcommerciocremona.it oppure consultando la specifica pagina internet
https://www.confcommerciocremona.it/spin/”.

© Riproduzione riservata
Commenti