Cronaca
Commenta

Benzinai in sciopero anche
a Cremona: assalto ai distributori

AGGIORNAMENTO – Novità in extremis sullo sciopero nazionale dei benzinai, che scatterà dalle 19 di martedì sera. Per una delle sigle sindacali coinvolte, Faib Confesercenti, riunitasi d’urgenza a seguito dell’incontro con il ministro Urso, è scattata la decisione di ridurlo a un giorno solo. L’associazione ha ritenuto positive le aperture presentate e già formalizzate con un emendamento al decreto Trasparenza sui prezzi di benzina e gasolio, e ha deciso di ridurre a un solo giorno la mobilitazione.

Le altre sigle coinvolte, Fegica e Figisc-Anisa, hanno invece diffuso una nota confermando lo sciopero e comunicando di aver apprezzato il tentativo in extremis del ministro ma di non ritenerlo sufficiente a intervenire con la necessaria concretezza. In ogni caso la decisione definitiva verrà presentata alla riunione di coordinamento con le altre sigle, fissata per mercoledì 25 gennaio. In particolare, per Faib rappresenta “un risultato importante la significativa riduzione delle sanzioni, la razionalizzazione della cartellonistica sugli impianti, la rapida convocazione di un tavolo di filiera per affrontare gli annosi problemi del settore, a partire dall’illegalità contrattuale e dal taglio dei costi per le transazioni elettroniche”.

Intanto, nella prospettiva dello sciopero, lunghe file di vetture si sono presentate in questi giorni ai distributori cittadini, nel timore di rimanere senza carburante.

© Riproduzione riservata
Commenti