Commenta

Balzello Vacchelli, lunedì 26 il Consorzio incontra i cittadini per chiarimenti

vacchelli

La vicenda a metà gennaio (leggi l’articolo), quando centinaia di cartelle di Equitalia pervenivano ad altrettanti cittadini cremonesi per un “contributo di bonifica e difesa idraulica” a favore del Consorzio Vacchelli. Importi contenuti, ma del tutto inaspettati che hanno scatenato nei giorni successivi una serie di polemiche. Richieste di spiegazione sono arrivate dai sindaci, l’Unione Consumatori ha preso posizione contro il “balzello”. «Scarsa informazione, ma la competenza spetta ai Consorzi», è stato il commento della Regione. Ora, un incontro pubblico. Lunedì 26 marzo alle ore 15 in Sala Zanoni (via del Vecchio Passeggio 1 – Cremona) il Consorzio di Bonifica Naviglio Vacchelli, facendo seguito alle richieste pervenute dai sindaci dei Comuni ricadenti all’interno del comprensorio consortile, incontrerà i cittadini per fornire i chiarimenti necessari in merito al pagamento del contributo di bonifica.

IL “BALZELLO” DEL VACCHELLI
In base ad un Regio decreto del ’33, i cremonesi proprietari di immobili situati in zone servite dal Consorzio di bonifica sono tenuti al versamento di un contributo. Recentemente il Consorzio ha esteso la sua attività ad altre zone della provincia ed ha deciso di allargare di conseguenza la richiesta del contributo. Una decisione che sorprende visto che il Consorzio dovrebbe essere soppresso con la nuova legge regionale che riformerà i comprensori accorpando quello del Vacchelli con quello dei Dugali e il cremasco, nell’ottica della riduzione dei costi della politica.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti