Commenta

Eni e Compagnia generale
idrocarburi alla ricerca di gas
nel sottosuolo cremonese

Dei 15 permessi, estesi su 4mila metri quadrati di terreno, per la ricerca del metano in regione Lombardia, accordati dal Ministero dello sviluppo economico, sette interessano la nostra provincia.

Dei 15 permessi, estesi su 4mila metri quadrati di terreno, per la ricerca del metano in regione Lombardia, accordati dal Ministero dello sviluppo economico, sette interessano la nostra provincia. E sono quelle di Cascina S. Pietro, Codogno, Abbadia Cerreto, Trigolo, Calcio, Castelverde, Melzo. Alcuni dei punti di indagine citati non ricadono in senso stretto in provincia di Cremona ma una trivellazione può arrivare a lambire anche quattro province, e interessare più Regioni. Ecco perchè il territorio cremonese è coinvolto in ben sette scavi, così come – in Lombardia, la provincia di Lodi e di Milano. A Castelverde il permesso per la ricerca di metano resta vigente fino al giugno del 2018, il titolare della concessione è la COMPAGNIA GENERALE IDROCARBURI. Il territorio interessato dalla ricerca di idrocarburi di Trigolo si estende invece a cavallo delle province di Cremona e Brescia, la concessione è in capo all’Eni e sarà vigente fino all’8 settembre 2016. Tre, EDISON, Irminio, Compagnia generale idrocarburi, sono i concessionari delle trivellazioni che coinvolgono le province di Cremona, Lodi e Piacenza e che hanno il punto di indagine a Codogno. Anche il cremasco è particolarmente interessato dalla trivelle, dalla località Cascina san Pietro nel milanese, ma che va a toccare quattro province: cremasco, Lodi, Bergamo e Milano. Il concessionario in questo caso è NORTHSUN ITALIA.

La corsa della ricerca petrolifera nel territorio italiano (campagne, mari e isole) ha subito una grande accelerazione, tanto che il ministero dello Sviluppo Economico il 31 dicembre ha assegnato le concessioni per la ricerca e lo sfruttamento: 90 permessi per la terraferma e 24 per i fondali marini facendo così salire a 326 le autorizzazioni già rilasciate. L’Emilia Romagna ha il record di permessi rilasciati, seguita appunto dalla Lombardia, con 15.

Simone Bacchetta

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti