Commenta

Nutrie, incontro con
i sindaci su nuove
linee guida

“Con la nuova legge regionale sull’eradicazione della nutria, e i diversi passaggi successivi, compreso il buon esito del ricorso alla Consulta, dalla quale il governo si è visto respingere le questioni di legittimità sollevate, abbiamo ottenuto tre importanti risultati. Primo: la nutria si potrà  cacciare per tutto il periodo  dell’anno; secondo: viene confermata la possibilità di utilizzo dell’arma da fuoco; terzo: non vi è più l’obbligo, da parte dei sindaci, di emettere ordinanze per l’abbattimento dell’animale”.

E’ quanto dichiarato da Carlo Malvezzi, consigliere regionale del Nuovo Centrodestra, all’incontro che ha promosso questa sera presso la sede di Regione Lombardia a Cremona a cui ha partecipato anche il presidente della Provincia, Carlo Vezzini, i tecnici della Unità organizzativa Veterinaria di Regione Lombardia è un centinaio di persone tra amministratori locali, agricoltori e cacciatori.

Malvezzi ha aggiunto che “la politica ha dovuto fare i conti con un contesto culturale in cui l’animale vale più della persona e che le risorse a disposizione sono purtroppo poche, ma siamo arrivati, dopo anni a parlare del problema, ad avviare un serio e concreto passo per risolverlo”. Durante l’incontro sono stati illustrati i passaggi operativi delle fasi della cattura, abbattimento e stoccaggio delle carcasse, con il chiarimento sulle diverse responsabilità degli attori in gioco.
“Siamo in una fase – ha concluso Malvezzi – in cui, attraverso la collaborazione di tutti, possiamo davvero dare il via alla soluzione di un problema di sicurezza ambientale, sanitaria e di andamento economico del settore agricolo, troppo spesso penalizzato, in questi anni, dalla presenza di un animale alloctono è nocivo. Il quadro istituzionale e normativo ora ci consente di muoverci con decisione e nella piena legittimità”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti