Commenta

Calcioscommesse processo
digitale. Il giudice Beluzzi:
'Siamo pronti alla sfida'

"Sarà una sfida", ha commentato il giudice Beluzzi: "Sfruttando anche i particolari cablaggi sarà possibile collegare in telepresenza le tre aule per consentire un'effettiva partecipazione dei difensori e degli imputati come se fossero virtualmente all'interno di un'unica aula".
Il giudice Beluzzi mostra uno dei video nell'aula polifunzionale

di Sara Pizzorni

Sono in dirittura d’arrivo i preparativi tecnici messi a punto dal giudice Pierpaolo Beluzzi per il maxi processo sul calcio scommesse che prenderà il via giovedì 18 febbraio. Ormai è quasi tutto pronto, i tecnici e gli elettricisti hanno lavorato giorno e notte per garantire un sistema che permetterà di unire in videoconferenza le tre aule scelte per celebrare le udienze preliminari che saranno presiedute dallo stesso giudice Beluzzi. L’aula penale al primo piano sarà a disposizione dei legali delle circa 80 parti offese che hanno intenzione di costituirsi parte civile, mentre nell’aula polifunzionale, l’unica al piano terra, e nell’aula dell’assise andranno gli oltre 100 imputati e i rispettivi avvocati. Le udienze, che sono in camera di consiglio, e dunque a porte chiuse, cominceranno alle 10,30. Fitto il calendario: si inizia il 18 febbraio, si termina il 21 aprile.

“Sarà una sfida”, ha commentato il giudice Beluzzi, che ha spiegato nei particolari cosa avverrà: “Sfruttando anche i particolari cablaggi che abbiamo in tribunale sarà possibile collegare in telepresenza ad alta definizione le tre aule per consentire un’effettiva partecipazione di tutti i difensori e gli imputati come se fossero virtualmente all’interno di un’unica aula”. “Questo progetto”, ha continuato il magistrato, “è stato condiviso dal Ministero. Nelle tre aule ci saranno una quindicina di monitor che consentiranno di vedere perfettamente quello che succede nell’aula principale. L’audio è a livelli professionali, e ciò consentirà di poter intervenire in tempo reale, e qualsiasi documento che verrà depositato anche online utilizzando per esempio un tablet potrà essere caricato e scaricato immediatamente nella piattaforma e condiviso tra tutte le parti”. “Il fascicolo”, ha ricordato il giudice, “è composto da 160.000 pagine, 81 dei vecchi faldoni. Per questo è stata aperta una piattaforma online: l’avvocato si registra tramite un sistema di autenticazione e scarica tutte le copie del fascicolo direttamente dal proprio studio”. “Le tre aule”, ha concluso Beluzzi, sottolineando ancora una volta l’estrema innovazione di quanto è stato fatto, “potrebbero essere dislocate in un qualsiasi punto dell’Italia, in quanto il collegamento parte da Cremona, va al centro direzionale gestito dal Ministero e ritorna il segnale nell’altra aula. Anche dopo il processo le aule rimarranno attrezzate, e in questo modo anche la partecipazione a distanza sarà assicurata”.

I legali di calciopoli dovranno accreditarsi all’Urp con schede informatiche che gli stagisti compileranno e trasmetteranno al cancelliere d’udienza che quindi potrà avere le dovute informazioni sul numero delle presenze dei legali. Agli avvocati, che a seconda delle informazioni verranno dirottati nell’una o nell’altra aula, verrà chiesto se il cliente sarà presente, se ci sarà o meno l’intenzione di presentare eccezioni e notizie relative al capo di imputazione. Anche gli avvocati delle parti offese dovranno accreditarsi. Una volta accreditati, agli avvocati verrà rilasciato un documento con l’indicazione dell’aula, a seconda del capo di imputazione. Il pass permetterà di transitare liberamente in tribunale. Le operazioni all’Urp si svolgeranno dalle 8,30 alle 10,30. Dalle 11 alle 13 l’Urp sarà poi a disposizione del resto del pubblico. Gli altri processi si terranno in aule alternative che saranno segnalate all’interno di palazzo di giustizia.

Ecco il calendario di tutte le udienze sul calcioscommesse: giovedì 18 febbraio, lunedì 22 febbraio, martedì 23 febbraio, lunedì 7 marzo, martedì 8 marzo, lunedì 21 marzo, martedì 22 marzo, lunedì 4 aprile, martedì 5 aprile, lunedì 11 aprile, martedì 12 aprile, lunedì 18 aprile, martedì 19 aprile, mercoledì 20 aprile e ultima udienza prevista giovedì 21 aprile.

Nella mattinata di oggi, intanto, le forze dell’ordine hanno effettuato un sopralluogo all’ingresso del tribunale per mettere a punto il sistema sicurezza: erano presenti il vicequestore vicario Gerardo Acquaviva, il dirigente della Mobile Nicola Lelario, il dirigente della Digos Valerio Manara e il comandante dei vigili urbani Pierluigi Sforza.

Il sopralluogo delle forze dell’ordine all’ingresso del tribunale

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti