2 Commenti

Comm. toponomastica
nell'occhio del ciclone: sì ad
un parco per Levi Montalcini

I membri neonominati dal sindaco si sono rimangiati quello che era il motto. "Nomi nuovi con cautela. Nomi più o meno illustri, purché cremonesi". Perchè Rita Levi Montalcini sì e Oriana Fallaci no?

No a una via a Oriana Fallaci, sì a un parco per Rita Levi Montalcini. La frittata è fatta. Una commissione toponomastica pasticciona, ammesso che sotto non ci sia una per ora indichiarata “scelta politica” nell’assegnazione di vie, strade e piazze, finisce di nuovo nell’occhio del ciclone. Gianfranco Taglietti, rigoroso studioso e conservatore della toponomastica cittadina, si rivolta sicuramente nella tomba. In poco tempo i membri neonominati dal sindaco si sono rimangiati quello che era il motto coniato dal professor Taglietti e fatto proprio dalle commissioni toponomastiche cittadine: “Nomi nuovi con cautela. Nomi più o meno illustri, purché cremonesi”. Perchè Rita Levi Montalcini sì e Oriana Fallaci no? A quanto risulta il premio Nobel è stata una sola volta a Cremona a un convegno organizzato dalle Medaglie d’oro della Sanità Pubblica alla presenza del ministro della Sanità Carlo Donat Cattin, idem Oriana Fallaci – ricordano alcuni – quando inviata dell’Europeo partecipò a un incontro sul golpe dei colonnelli in Grecia. Perchè questo diverso trattamento? Ragioni politiche? Scriveva Taglietti: nella toponomastica vige da sempre un prudente conservatorismo. Sono bastate due riunioni della commissione per stravolgere anche questo. A quanto risulta nella riunione della commissione qualche perplessità sulla scelta di Rita Levi Montalcini è stata espressa e verbalizzata da Lucia Lanfredi del Movimento cinque stelle che si è chiesta come mai la scelta della Montalcini, visto che nelle linee guida della commissione c’è quella di privilegiare maggiormente le donne illustri e cremonesi. Tanto è vero che nella stessa commissione si è deciso di intitolare una pista ciclabile alla contralto cremonese Rosa Mariani. Non essendoci nuove vie a disposizione, parchi saranno intitolati prossimamente anche alla giovane veterinaria Valentina Viero, morta recentemente in un incidente stradale, al pittore e restauratore Ernesto Piroli e al liutaio Giuseppe Fiorini.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Dott. Landi Roberto

    Fra le tante menzogne della Giunta Galimberti quella che una via ad Oriana Fallaci non potesse esserle intitolata perché deceduta da meno di dieci anni. Rita levi Montalcini – nobilissima figura in sé, già premio Nobel e senatrice a vita – è mancata da meno. Come la mettiamo? L’ennesima figuraccia di un fazioso e dei suoi degni compari…

  • Sorcio Verde

    Forse non avevano sotto mano la calcolatrice 2016-2012= ?? boh!?….rimandati anche in matematica!