Cronaca
Commenta

Piscina comunale, rischio chiusura dal 30 giugno? L'interrogazione del M5S

Che fine farà la piscina comunale, la cui convenzione per la gestione con la Federazione italiana nuoto è in scadenza il prossimo 30 giugno? A chiederselo sono in molti, tra cui il Movimento 5 Stelle di Cremona, soprattutto a fronte del fatto che “la Fin ha già espresso l’intenzione di non accettare ulteriori proroghe”. Questo, secondo il consigliere comunale pentastellato Lucia Lanfredi, comporta “il rischio di uno stop estivo della struttura”.
Secondo Lanfredi, “tle problematica doveva essere a conoscenza dell’Amministrazione Comunale di Cremona, in quanto la Finsta lavorando per rinnovi di 6 mesi in 6 mesi dal luglio 2014, per cui era ampiamente prevedibile che prima o poi si sarebbe stancata di questa situazione. Da qui la decisione di smantellare i blocchi di partenza”.

“Esistono tre manifestazioni d’interesse per una nuova Convenzione per la Gestione della Piscina Comunale, ma i tempi  non fanno pensare ad una veloce soluzione della questione” continua Lanfredi, che ha presentato un’ interrogazione a risposta scritta nella quale si chiede “quali strategie in primo luogo si vogliono adottare per evitare la chiusura dell’impianto nel periodo estivo”.

In secondo luogo chiedono “come si intendano evitare gli eventuali danni economici alla cittadinanza Cremonese: infatti, permanendo una situazione di incertezza,  per gli utenti non è al momento possibile stipulare degli abbonamenti che rendano più economico l’accesso alla struttura” continua la consigliera.

C’è poi la questione degli orari di chiusura serale: “La piscina comunale è una struttura che conta un considerevole numero di accessi annui, quantificati in circa 80.000” evidenzia. “Pertanto ci si chiede anche come mai, vista la grande richiesta della cittadinanza, gli orari di chiusura serale non vengano uniformati a quelli delle piscine del territorio?  Abbiamo infatti  allegato all’ interrogazione, gli orari delle piscine di Verolanuova, Crema, Viadana e Asola. In questa piscine infatti, durante la stagione invernale, l’orario di chiusura è intorno alle 22/22.30, mentre a Cremona la chiusura è alle ore 20”.

“Inoltre, sempre sulla scorta di altre realtà simili, ci chiediamo perché non si pensi (anche al fine di creare nuovi posti di lavoro), di realizzare un punto di ristoro (bar), all’interno della struttura, che funga altresì come punto di socializzazione e di servizio per i numerosi utenti” conclude Lanfredi.

lb

© Riproduzione riservata
Commenti