Commenta

'Acque dotte', ok la prima:
grande successo per
l'esibizione di Dee Dee

Fotoservizio Francesco Sessa

Buona la prima per la manifestazione ‘Acque Dotte’, che si è aperta ieri sera a Palazzo Trecchi con un aperitivo inaugurale, intorno alle 19, alla presenza del presidente della Regione, Roberto Maroni, dell’assessore regionale Cristina Cappellini, del sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti, del consigliere regionale Carlo Malvezzi e del presidente dei Pomeriggi Musicali Paola Ghiringhelli. Poi, intorno alle 21, è finalmente salita sul palco la celebre cantante Dee Dee Bridgewater, che si è esibita in un cortile assolutamente gremito ed entusiasta.

Così per una sera il Po è diventato il Mississipi, Cremona New Orleans e una torrida sera estiva nel cortile di Palazzo Trecchi sembra essersi trasformata nel Mardi Gras della città creola per eccellenza. Tutto grazie a Dee Dee Bridgewater al magnifico e giovanissimo gruppo del trombettista Theo Croker e ad Acque Dotte, la rassegna creata da Roberto Codazzi per gemellare il lago con il fiume, il Garda con il Po, Cremona con Salò. Una serata magnifica con la grande signora del jazz che ha magnetizzato con la sua voce capace di spaziare da note basse a quasi irraggiungibili acuti tanta gente venuta per questa prima serata della seconda edizione della rassegna.

Ma è stata la serata di New Orleans a dieci anni dall’Uragano Katryna. Musica struggente ma anche potente e ritmata nel blues (con Galimberti scatenato a ballare e Maroni, vicino, più composto nel movimento) del bis. Dee Dee Bridgewater è immensa quando di fronte a un black out che zittisce i microfoni e fa piombare il cortile nel buio, scende dal palco con i suoi musicisti e strega tutti cantando e ballando la mitica “New Orleans” tutta di voce e con tromba e sax. Fantastica anche l’esecuzione di alcuni grandi classici come “What a wonderful world” con uno struggente accompagnamento al pianoforte e la immortale “Theme There Eyes” di Billie Holiday, suo maestro.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti