Commenta

Opere Pubbliche: interventi
per Grasselli e Affaitati, via
Goito, scuole, strade, edilizia

E’ stato adottato dalla Giunta comunale il Programma delle Opere Pubbliche 2017-2019. Oltre 32 milioni è il totale degli investimenti previsti nel Programma adottato oggi in Giunta. E’ l’agenda delle priorità degli interventi che l’Amministrazione Galimberti intende realizzare dal 2017 al 2019, priorità coerenti con lo sviluppo delle diverse zone della città. 

Premettendo che l’opera più rilevante che sarà attuata sull’intero territorio urbano riguarda la riqualificazione della rete di illuminazione pubblica, per la quale è in atto un percorso, l’Amministrazione, in base anche alle disponibilità finanziarie, ha definito un consistente piano di opere pubbliche da attuare dai prossimi mesi sino al 2019. Si prosegue nella linea adottata fin dall’inizio del mandato: non opere faraoniche, ma manutenzione di edifici pubblici, scuole, giardini, impianti sportivi, strade e marciapiedi. Il pacchetto complessivo dei lavori sarà finanziato con 20 milioni a carico del Comune di Cremona, il resto con finanziamenti statali, regionali e contributi privati. 

I principali interventi previsti nel Programma triennale riguardano la manutenzione straordinaria su immobili pubblici diversi (euro 500mila), l’eliminazione dell’amianto in vari edifici (300mila euro), l’intervento su Palazzo Grasselli come luogo con spazi dedicati a masterclass musicali e alla storia della città (470mila euro), interventi di manutenzione straordinaria ed efficientamento energetico edifici ERP (500mila euro), recupero alloggi in edifici ERP vari (3.800.000), Palazzo Affaitati (800mila euro) che diventerà polo della cultura e dello sviluppo con il trasferimento di Centro Fumetto e Informagiovani, rifacimento servizi igienici al Teatro Ponchielli (130mila euro). Importante, in continuità con lo scorso anno, l’investimento sulle scuole per la messa in sicurezza, manutenzioni, miglioramento sismico, eliminazione amianto ed efficientamento energetico: è infatti previsto nel triennio un investimento complessivo di ben 7.700.000 euro. 

Prioritari anche gli interventi su strade e marciapiedi, ambiente, verde pubblico, rigenerazione urbana e barriere architettoniche. Previste pavimentazioni di pregio in via Gramsci e in corso Garibaldi oltre che la sistemazione dell’area di via Goito, chiusa da anni, e del parcheggio dell’area ex Lucchini, per il quale l’Amministrazione, al termine di una vicenda molto complessa andata avanti a lungo, ha recentemente raggiunto un accordo con l’Intercondominio. Nel Programma sono previsti anche interventi importanti al Civico Cimitero con lavori di manutenzione e la realizzazione di nuove cappellette di famiglia, nonché sui cimiteri periferici. 

Per quanto riguarda le partite legate alla viabilità, tra le priorità ci sono la realizzazione delle quattro piste ciclabili cofinanziate da Regione Lombardia (pista 5 “Migliaro – Via Bergamo – Via Filzi”, pista 7 “Via Brescia”, pista 9 “Via Mantova”, pista 18 “Ring interno – Viale T. Trieste”) per complessivi 2.300.000 euro, della prima parte della riqualificazione di via Giordano e via Cadore, del parcheggio dietro via Lungastretta, della pista ciclabili di collegamento di Picenengo e la progettazione della pista del Boschetto, dell’ampliamento della strada di collegamento tra San Felice e San Savino e dell’asse viario di via Persico fino al quartiere Maristella.

La delibera rimarrà esposta all’Albo Pretorio per 60 giorni consecutivi. Successivamente il Programma Triennale delle Opere Pubbliche sarà trattato in sede di commissione e quindi approderà in Consiglio comunale per l’approvazione.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti