Politica
Commenta

Ventura: 'Sindaco, la smetta con il suo idealismo fatto solo di belle parole'

Quasi in contemporanea con la presa di posizione del presidente di Confcommercio Vittorio Principe, arrivano anche le dichiarazioni del consigliere comunale di Fratelli d’Italia – An Marcello Ventura, sulla spinosa questione delle richieste dei commercianti – o almeno di una buona parte di essi – emerse all’ultimo tavolo del Duc, martedì scorso. Un incontro (leggi qui: Duc ad alta tensione, Confcommercio chiede subito la riapertura Ztl) che ha visto momenti di nervosismo da entrambi le parti, sindaco e rappresentante di Confcommercio.

“Siamo veramente arrivati alle comiche sul comportamento dell’amministrazione nei confronti dei commercianti – scrive al proposito Ventura – Il Sindaco li irride, srotola slide che gli hanno preparato insieme ad alcuni numeri di cui non conosce realmente la portata, minimizza sulle partite per lui non ritenute importanti ed infine inscena un isterismo degno di chi non sa reggere alla pressione di una mancata preparazione. Scena già vista altre volte, vedi trattativa LGH: in più la crisi per la classifica negativa nei sondaggi con perdita di posizioni.
Addirittura si permette di scherzare con battutine alla Zelig (mania di protagonismo con evidente imbarazzo) perché non capace di ribattere in modo tecnico e politico. Nessuna novità neanche qui. Arroganza, caratteristica peculiare del mandato del Professore. Abbassa il livello del confronto con una pochezza istituzionale addirittura imbarazzante.
Ma perché non dà risposte tecniche o soluzioni, se vuole parlare, invece di interventi isterici fondati su battutine o sul confronto con la giunta Perri?
Così si affonda solo sull’immobilismo.
Ha sempre detto che il confronto ed il cooperazionismo sono i suoi motti e le caratteristiche di questa amministrazione.
Ecco, Professore, cominci ad applicarli concretamente, la smetta con il suo idealismo fatto solo di belle parole, perché nel frattempo la città muore”.

© Riproduzione riservata
Commenti