Commenta

Canile rifugio, boom di
adozioni. 44 ingressi e 49
uscite tra gennaio e marzo

Sopralluogo dell’assessore all’Ambiente Alessia Manfredini con la responsabile del Servizio Ecologia Cinzia Vuoto e Francesca Ferrari al parco rifugio ‘La cuccia e il nido di Calvatone’, presente il referente dell’associazione Anpana Fabio Malagola. L’obiettivo era fare il punto sulla nuova gestione a distanza di sei mesi dalla firma della convenzione con il canile rifugio di Calvatone. La situazione rilevata è stata molto positiva e molto apprezzato è stato il buon numero di adozioni: nel solo 2017, nei primi tre mesi, a fronte  di 44 nuovi ingressi  le adozioni sono state 49. I cani arrivati dal 1° ottobre (data di avvio della convenzione col Comune di Cremona) al 31 marzo sono stati 86 (provenienti da Cremona e Comuni convenzionati), le adozioni sono state ben 75.  Nei tre mesi di convenzione del 2016 gli ingressi invece sono stati 123.
“La vera sfida nei prossimi anni sarà creare un canale unico per le adozioni consapevoli di cani e gatti – commenta l’assessore Alessia Manfredini – Un progetto che potrebbe coinvolgere, oltre al Comune, tutte le associazioni animaliste e l’Ordine dei Veterinari. L’obiettivo è quello di limitare al massimo la presenza degli animali nelle strutture rifugio, mantenendo un presidio sul territorio con il canile sanitario per cani randagi e vaganti in collaborazione con l’ATS. Un progetto, questo, a cui stanno lavorando da mesi i tecnici del Servizio Ecologia e previsto nel Piano delle Opere pubbliche”.
“L’Amministrazione – conclude l’Assessore – sta lavorando molto sul tema del benessere degli animali, argomento molto sentito. Prossimamente, alla conclusione dell’iter amministrativo e dopo i vari passaggi istituzionali, sarà approvato il Regolamento sugli animali. Inoltre è stata prevista una nuova area cani vicino al parco della scuola Bissolati, con l’obiettivo di risolvere la situazione di promiscuità tra scuola e parco”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti