3 Commenti

Torna la A di anarchia:
imbrattate le vetrine
di Manpower e muri vicini

Scritte inneggianti all’anarchia, contro il capitalismo e contro le attuali regole del mercato del lavoro. La scorsa notte anonimi imbrattatori sono tornati a sporcare i muri di via Araldi Erizzo e della galleria che fiancheggia via Manzoni. In particolare sono stati presi di mira i muri del cinema Filo, le vetrine dell’agenzia di lavoro Manpower, il muro di testa della stessa galleria. In questi ultimi due casi, con il simbolo dell’anarchia. Atre scritte dello stesso tenore sono state fatte sui miri di via Palestro e limitrofe. L’agenzia Manpower ha subito sporto denuncia: le scritte in questo caso erano sulle vetrate: una è rimasta, l’altra, più ingiuriosa proprio sulla vetrina d’ingresso, è stata cancellata presto.

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • paolo

    ma toh….ben strano come obbiettivo… chissà mai chi sarà stato.. forse dei venusiani arrivati con un astronave da Venere nottetempo? Probabilmente…

  • Dott. Landi Roberto

    L’ennesimo esempio di offesa alle più elementari regole di rispetto della proprietà privata e pubblica che sarebbe facilissimo prevenire se Galimberti e la sua giunta decidessero finalmente di vedere ciò che è sotto gli occhi di tutti e che invece bellamente ignorano da anni, facendo spallucce (irresponsabili) all’evidenza. Che chiudano i centri sociali, come promesso a suo tempo. Basta con le grida di manzoniana memoria…

  • Sorcio Verde

    In B, la Cremo è in B, per la A …magari il prossimo anno.