4 Commenti

Escluso dal servizio civile
perchè partecipò agli scontri
Esposti chiede danni morali

Chiede i danni al Comune di Cremona Filippo Esposti. In tutto quasi 5000 mila euro di cui 1735,20 pari al rimborso spese che avrebbe dovuto ricevere per i mesi da dicembre 2016 a marzo 2017, e tremila euro a titolo di risarcimento per il danno non patrimoniale subito. Attraverso il suo avvocato, Paolo Bregalanti, è stata protocollata una lettera datata 24 luglio per un invito alla stipula di una convenzione di negoziazione assistita, in sostanza un tentativo di conciliazione . Ma non è nelle intenzioni del Comune risarcire Esposti, alla richiesta danni potrebbe seguire una causa contro il Comune. La colpa che si porta dietro Esposti è quella di aver partecipato come militante del centro sociale Dordoni al corteo antifascista del 24 gennaio 2015, quando Cremona fu devastata dai black bloc che danneggiarono vetrine di negozi, banche e assaltarono pure il comando dei vigili. Esposti finì a processo come imputato, ma fu anche assolto in primo grado. Nel frattempo partecipò al bando comunale per il servizio civile, e dal Comune fu dichiarato idoneo. Ma non fu chiamato, per via dell’imputazione nel processo. Ecco allora che l’informatico residente a Pizzighettone si è rivolto ad un avvocato per far valere le sue ragioni. Dal Comune, costituitosi parte civile nel processo per i danni arrecati alla città, l’amministrazione aveva fatto sapere che si era ravvisato il palese conflitto di interessi con Esposti, tra l’altro coinvolto in un’altra vicenda giudiziaria: è stato rinviato a giudizio per la rissa a colpi di spranghe scoppiata sul piazzale dello stadio Zini tra un gruppo del Dordoni e gli attivisti di CasaPound dopo il derby Cremona-Mantova la domenica prima della guerriglia.

S.G.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Romualdo Balocci

    bell’esempio di coerenza: combatte “il sistema” sfasciando la citta’ ma se c’e’ la possibilita’ di accedere ad un posto di lavoro sicuro in una pubblica amministrazione,allora ci si butta a pesce e pretende.
    daltronde dall’alto dei miei 60 anni ne ho visti di personaggi di questa specie che negli anni 70 lottavano contro il capitalismo ed il sistema ed ora sono,e naturalmente grazie alla tessera,ai piani alti di varie aziende pubbliche.

  • Marilena

    Facendo domanda per il servizio civile viene chiesto se si è incensurati, è logico che il soggetto in questione venisse ritenuto magari idoneo al momento del bando ma non idoneo successivamente se incappa nel penale.

  • jiustis

    grande personaggio questo poi non parliamo pure di questo avvocato che difende uno cosi dedichiamo pure una via di cremona a lui !

  • Ale_T

    schifa il “sistema” ma vuole campare con i miei soldi…. ZECCA!
    proporrei esilio dall’Italia, altro che rimborso!