Cronaca
Commenta1

Ultimi arrivi al Polo tecnologico con il trasloco del Cobox tutti gli uffici sono occupati

foto Sessa

Settimana di traslochi al polo tecnologico in via del Macello, dove appena dopo la pausa ferragostana sono riprese le grandi manovre per l’insediamento delle aziende prima alloggiate in via dei Comizi Agrari. In questi giorni si stanno trasferendo al primo piano le aziende innovative del Cobox, una decina di imprese operanti nella tecnologia digitale quasi interamente avviate da giovani. D’altra parte il Cobox si qualifica come un luogo strutturato in uffici residenti, zona di formazione, sale riunioni e spazio di coworking con postazioni per freelance, professionisti e start-up del settore creativo-innovativo che possono decidere di restare per periodi più o meno lunghi di tempo. Lo spazio loro a disposizione, già dotato di tutta l’infrastruttura tecnologica è quasi raddoppiato rispetto a quello precedente. L’ultimo arrivato in via del Macello / via dell’Innovazione Digitale era stato Mail Up, una delle aziende fondatrici del Crit, il consorzio di imprese, insieme a Microdata Goup e LineaCom, che ha avviato l’idea del Polo tecnologico sulle aree dell’ex macello pubblico. Sempre qui si è trasferita anche la sede della multiutility sovraprovinciale Lgh. Ora si attende la realizzazione di un ristorante – cafeteria previsto al piano terra dell’edificio progettato dagli architetti Bianchi e Palù, mentre sta procedendo l’iter avviato da Aem, proprietaria del terreno e del fabbricato a fianco, per la demolizione delle vecchie costruzioni e lasciare così spazio al secondo lotto del Polo.

G. Biagi

© Riproduzione riservata
Commenti