Cronaca
Commenta

Liuteria: riparte la discussione, riunita la cabina di regia

Prima riunione post ferie sul delicato tema della liuteria oggi, 31 agosto in Comune. Si è riunita la cabina di regia, con i rappresentanti delle associazioni di categoria dei liutai, Confartigianato e Cna, Museo del Violino, lo stesso Comune, attraverso il Distretto Culturale. Proprio per un progetto specifico sulla Liuteria il Distretto si è aggiudicato poche settimane fa un contributo di 35mila euro da parte della Regione (il progetto presentato ne prevede 53mila) su un bando di promozione di attività culturali.

Poco o nulla trapela sulla riunione: di certo non si è parlato dell’ultima vicenda che aveva messo contro il Comune una buona parte di liutai (quelli rappresentati da Confartigianato ad esempio) quando vi fu la visita di alcuni rappresentanti della Yamaha in città. Il timore era che vi potesse essere un interesse economico da parte della grande industria di strumenti musicali giapponese nell’accostarsi alla città di Stradivari. L’altra grande questione su cui la liuteria non trova pace è quella della certificazione degli strumenti musicali. Il Comune ha fatto mesi fa la propria proposta: creare un database su base volontaria in cui gli strumenti vengono certificati attraverso le analisi dei laboratori del museo del violino. Proposta che non ha finora ricevuto un riscontro positivo, ma qualche passo avanti potrebbe essere venuto proprio nella riunione di oggi. Dalla cabina di regia è escluso il Consorzio Liutai Stradivari: il suo presidente, Giorgio Grisales, da poco eletto, incontrerà il sindaco il 14 settembre. Formalmente un incontro di presentazione, in realtà sarà l’occasione per rimettere sul tavolo le posizioni del Consorzio circa la collaborazione con MdV e per chiedere l’ammissione dello stesso Consorzio, forte di una sessantina di iscritti, alle riunioni della cabina di regia, da cui è escluso.

© Riproduzione riservata
Commenti