Commenta

Laurea honoris causa a Paolo
Conte: al Ponchielli ingresso
libero con assegnazione posti

L'ingresso alla cerimonia è libero con assegnazione posti a partire da mercoledì 4 ottobre alla biglietteria del Teatro nei consueti orari di apertura.
Foto Sessa

Si terrà lunedì 9 ottobre alle 17 al Teatro Ponchielli la consegna della laurea honoris causa in musicologia conferita dall’Università di Pavia a Paolo Conte: “Una delle personalità più importanti nel panorama della canzone d’autore italiana e internazionale del nostro tempo” – recita la motivazione.

Nato ad Asti 80 anni fa, Paolo Conte rappresenta una delle figure più autorevoli nell’ambito della canzone d’autore e della musica italiana. Conosciutissimo anche all’estero la sua carriera artistica inizia negli anni ’60 quando, parallelamente alla sua professione di avvocato, inizia a scrivere canzoni per moltissimi interpreti. Brani che entrano ben presto nella memoria musicale italiana e che segnano un’epoca: da La coppia più bella del mondo e Azzurro a Insieme a te non ci sto più e Messico e Nuvole e tantissime altre. Il 25 gennaio 2010 Parigi lo ha celebrato conferendogli la Grande Médaille de Vermeil la massima onorificenza dalla città. Il suo ultimo lavoro è “Amazing Game” il suo primo album di musica strumentale, uscito nell’ottobre del 2016.

L’Università di Pavia ha deciso di conferirgli la laurea magistrale honoris causa in Musicologia con la seguente motivazione:

«Paolo Conte è una delle personalità più importanti nel panorama della canzone d’autore italiana e internazionale del nostro tempo. Pianista-compositore-cantante di prevalente formazione jazz, polistrumentista, nonché pittore e artista multimediale, sin dagli anni Cinquanta ha affiancato alla professione di avvocato un’intensa attività musicale, esecutiva e creativa. (…) Conte non ha mai smesso di sperimentare nuove soluzioni formali ed espressive contribuendo forse più di ogni altro autore a elevare la qualità poetico-musicale della canzone italiana. Lo specifico linguaggio poetico-musicale di Conte, in continua evoluzione, nasce dall’assorbimento e dalla personalissima rielaborazione di un’assai ampia varietà di repertori, stilemi, esperienze culturali: dal jazz statunitense alla musica popolare latino-americana, dalla chanson francese alla canzone italiana e napoletana, con ampi riferimenti anche alla musica classico-colta (Debussy e Ravel, il Lied romantico, l’opera italiana), alla letteratura d’oltralpe e nostrana (da Proust a Gozzano e Montale), al cinema, alle arti figurative, al fumetto. (…) L’attuale proposta di conferimento di laurea magistrale honoris causa in Musicologia intende riconoscere, anche in ambito accademico, l’importanza primaria dell’aspetto musicale sia nel processo creativo contiano, sia nella formazione ed evoluzione stessa del suo complessivo canzoniere. (…)».

La cerimonia vedrà il saluto del Magnifico Rettore dell’Università di Pavia prof. Fabio Rugge e la laudatio di Paolo Conte da parte del prof. Stefano La Via. A seguire verrà  letta la motivazione da parte del Direttore del Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali prof. Giancarlo Prato e la consegna del diploma, del tocco e della medaglia Teresiana. Paolo Conte terrà poi la lectio doctoralis dal titolo “Domande alla musicologia”. A conclusione il coro del Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali eseguirà il “Gaudeamus igitur”.

L’ingresso alla cerimonia è libero con assegnazione posti a partire da mercoledì 4 ottobre alla biglietteria del Teatro nei consueti orari di apertura. (10.30-13.30 e 16.30-19.30)

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti