9 Commenti

Sottopasso Picenengo:
aggiudicata prima tranche
di lavori per adeguarlo a ciclabile

Affidati alla ditta Eurocave di Canneto sull’Oglio i lavori per rendere percorribile alle biciclette il sottopasso di Picenengo, collegando così via Sesto alla nuova ciclabile di via Milano.  La ditta è stata scelta dal Comune mediante procedura negoziata, grazie ad un ribasso del 20% sul prezzo a base di gara. Il sottopasso si presenta attualmente a rischio allagamenti, di qui la necessità di pompe sommerse per svuotarlo in caso di necessità. L’incarico della progettazione è stato affidato a Centropadane per circa 8mila euro. Il percorso del collegamento tra le due ciclabili si snoda dalla pista di via Milano in corrispondenza della perpendicolare via Luogo, costeggiando la recinzione della linea ferroviaria fino ad arrivare al sottopasso, per poi proseguire in via Bonisolo e infine con la via Sesto. La scorsa estate era stata sottoscritta, tra R.F.I. S.p.A. e il Comune di Cremona una convenzione che regola l’utilizzo del sottopasso privato. In base ad essa R.F.I. si impegnava a corrispondere un contributo di Euro 231.800,00 per la realizzazione di alcune opere per rendere agibile il sottopasso in questione, tra le quali l’installazione dell’impianto di sollevamento acque. I lavori oggetto dell’appalto ad Eurocave ammontano a 30.990 euro (al netto dello sconto del 20%).

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Mirko

    Ormai non si torna indietro ma Una domanda mi viene spontanea…..perché CA.ZO avete voluto fare il SOTTOPASSO?!avete buttato nel cesso un sacco di soldi nostri per nulla….passano solo le bici ma le auto?c è gente che ora per andare al lavoro deve fare un giro esagerato e il tutto viene corredato da traffico e smog solo per aggirare il vostro operato.
    Senza parlare della fantastica idea di chiudere la castelleonese

    • Gherardo

      Quindi le ferrovie pagheranno ancora 231.000 euro oltre ad avere (si dice) speso già un milione??? Per un sottopassaggio che verrà utilizzato da pochissime bici( chi conosce la zona sa benissimo che nessuno mai di Picenengo lo userà visto la lontanza dall’abitato). Con che criterio si spendono i soldi in Italia?! Perché il comune , che con questa mossa ha messo una pezza peggio del buco, non si è fatto valere presso le ferrovie come l’agricoltore privato che si è fatto costruire un sottopassaggio apposito, che adesso viene spacciato come risoluzione del problema. C’e riuscito un privato il Comune NO. I disagi sono noti a tutti per la chiusura del passaggio a livello. Una sola domanda: perché fanno operazioni, i nostri amministratori, senza chiedersi le conseguenze per centinaia di persone? L’avessero lasciato il passaggio a livello tutto sarebbe stato più facile. C’era solo da aspettare che passasse il treno…..Povera Cremona, Povera Italia

      • Mirko

        Poveri noi

  • Sorcio Verde

    Soldi buttati per una ciclabile inutile, con un percorso tortuoso, lungo e inservibile.
    E le auto? A loro si chiude tutto così devono fare il triplo di strada, alla faccia della riduzione dell’inquinamento.

  • brontolo

    L idea e la scelta di fare itinerari prettamente ciclo-pedonali é una visione moderna di viabilità ed é una scelta che molte città stanno favorendo seguendo il cosiddetto modello Copenaghen tranne che nel fatto di continuare con la costruzione di sottopassaggi…che risultano pericolosi,a rischio allagamento,depositi di sporcizia e nn sicuri anche da un punto di vista di sicurezza pubblica poiché facilmente frequentati da malimtenzionati.probabilmente allo stesso costo poteva essere fatto un sovrappasso leggero …soluzione adottata da molte città europee e nn solo..data la poca manutenzione richiesta,la buona visibilità e il ridotto rischio riguardante la pubblica sicurezza…beh il mio é solo un punti di vista ma potrebbe essere cmq una buona alternativa no?

    • Mirko

      Se una cosa funziona perché cambiarla? Per far vedere che fanno qualche cosa almeno possono giustificare lo spreco di soldi

  • Illuminatus

    Sottopasso per le bici ma non le auto. Brillante!

    Così i quattro gatti che da Picenengo sceglieranno questo passaggio per arrivare a Cremona in bici, respireranno l’inquinamento maggiorato dai tanti km in più che invece dovranno fare le auto per fare lo stesso percorso.

    • Mirko

      Hai colto in pieno….poi rompono i Cogli..i Con l’inquinamento e i blocchi del traffico

      • Illuminatus

        Essì, ma credimi, preferirei avere torto.