Un commento

Manifestazione Centri
sociali, indagini della Digos
in corso: possibili denunce

Sono in corso le indagini, da parte della Digos di Cremona, in merito alla manifestazione non autorizzata svoltasi nel pomeriggio di domenica, ad opera del centro sociale Dordoni di Cremona. IL VIDEO
Foto Sessa

Sono in corso le indagini, da parte della Digos di Cremona, in merito alla manifestazione non autorizzata svoltasi nel pomeriggio di domenica, ad opera del centro sociale Dordoni di Cremona, che ha voluto protestare contro la presenza, in città, del candidato premier di Casa Pound, Simone Di Stefano, e della candidata alla presidenza della Regione, Angela De Rosa.

Attraverso la visualizzazione dei filmati, girati dagli agenti della Polizia Scientifica, gli investigatori stanno procedendo all’identificazione dei partecipanti, e verranno valutate eventuali denunce per ogni tipo di reato che si possa configurare nell’ambito dell’azione intrapresa.

Il presidio antifascista è iniziato, come previsto, all’incrocio tra corso Campi e corso Garibaldi, con i manifestanti che inizialmente si sono limitati ad appendere uno striscione al muro. Successivamente però, mentre al Cittanova si attendeva l’ìarrivo di Di Stefano, il gruppo ha cercato di raggiungere la struttura in cui si doveva svolgere l’incontro politico. I manifestanti, spostandosi di volta in volta nelle vie che portano al Cittanova, hanno improvvisato piccoli cortei di protesta, contro “i gruppi fascisti”, ogni volta bloccati dalle forze dell’ordine schierate.

Infine si sono spostati nelle zone più centrali, fino a piazza Stradivari, da cui poi si sono dispersi, concludendo così la protesta.

LaBos

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Sorcio Verde

    Giusto!