Un commento

Vessava e minacciava
la famiglia da un anno,
19enne in manette

Si tratta dell'uomo che il 3 aprile scorso, introdottosi all’interno di una roulotte parcheggiata in via Sesto, aveva collegato una sorta di rudimentale innesco ad una bombola di gas.

Da circa un anno continuava a vessare e a minacciare i genitori e il fratello minore, mettendo in atto comportamenti violenti nei loro confronti: in manette è finito un rumeno 19enne, residente a Cremona, nei confronti del quale nella giornata di venerdì gli agenti della Squadra Mobile hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare.

Secondo quanto riferito dai genitori il giovane, che faceva uso di sostanze stupefacenti, era diventato un vero incubo: l’abuso di droga lo aveva portato ad avere atteggiamenti psicotici, con idee deliranti di tipo mistico e megalomaniaco.

L’ultimo episodio significativo, segno evidente della gravità del suo stato psicotico, è quello accaduto il 3 aprile scorso, quando il ragazzo, introdottosi all’interno di una roulotte parcheggiata in via Sesto, aveva collegato una sorta di rudimentale innesco ad una bombola di gas.

Intervenuti sul posto una pattuglia della Squadra Volante e operatori specializzati del Nucleo Artificieri della Questura di Milano, era stata appurata l’inoffensività del presunto ordigno. In ragione di tale fatto, il ragazzo era stato ricoverato presso il reparto di psichiatria dell’ospedale, dove, nel pomeriggio di ieri, gli è stata notificata l’ordinanza di custodia.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Mirko

    Un pericolo da espellere o rinchiudere