Ultim'ora
12 Commenti

Strada Sud, nuova raccolta
firme al via: disponibilità solo
dai consiglieri di minoranza

Entra nel vivo la nuova raccolta firme per chiedere l’indizione del Referendum relativo al mantenimento della Strada Sud nel Piano di Governo del Territorio: nella giornata di mercoledì 16 maggio sono stati ritirati presso il Comune di Cremona gli appositi fogli vidimati dal Segretario Comunale. Le firme necessarie affinche’ si possa chiedere l’indizione del referendum sono circa 2800.

I membri del  Comitato promotore per legge dovranno essere affiancati nella raccolta firme da Consiglieri Comunali che procederanno all’autenticazione delle stesse. A questo proposito, fa sapere la presidente del Comitato Promotore, Maria Cristina Arata, “solo i 12 consiglieri di minoranza hanno dato la propria disponinibilità al Comitato”.

L’auspicio dei promotori è che vi sia, fin da subito, “una grande adesione, come c’e’ stata nella prima fase di raccolta (quasi 800 firme in 3 giorni) tenuto conto che prima si raggiungerà il numero  necessario e prima i cittadini potranno esprimersi su come la pensano sulla scelta di cancellazione della Strada Sud in assenza di un’alternativa al progetto” evidenzia Arata.

I cittadini che volessero firmare possono recarsi ai vari punti di raccolta firme che verranno man mano comunicati. In particolare nel prossimo fine settimana sarà possibile firmare per il Referendum: presso i banchetti della Lega Nord in Galleria XXV Aprile, sabato e domenica mattina dalle 9.30 alle 12.30, dove saranno presenti per l’autenticazione delle firme i consiglieri comunali Alessandro Carpani e Alessandro Fanti; presso il banchetto dei Seniores di Forza Italia in Piazza Stradivari – lato Spazio Comune – sabato pomeriggio dalle 15 alle 19, dove sarà presente il consigliere Giorgio Everet; domenica mattina dalle 9.30 alle 12 sotto i portici di Via Adda zona Po (davanti agli ambulatori medici) dove ad autenticare le firme ci saranno i Consiglieri Ferruccio Giovetti e Marcello Ventura.

“La raccolta continuerà anche giornalmente da parte dei membri del comitato affiancati dai consiglieri comunali che potranno essere personalmente contatti dai cittadini per firmare i moduli” conclude Arata. “Speriamo che possa essere un bel percorso di cittadinanza attiva per la nostra città nel nome della democrazia, della partecipazione e della sovranità popolare”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti