Ultim'ora
Commenta

Processo Aemilia,
chieste le condanne per
i tre imputati cremonesi

Tre gli imputati cremonesi per cui sono state chieste le condanne nell’ambito del processo Aemilia, da parte dei magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Bologna, i pm Marco Mescolini e Beatrice Ronchi. In particolare: per l’ex poliziotto della Stradale di Cremona, Maurizio Cavedo, sono stati chiesti 12 anni di reclusione; altrettanti ne sono stati chiesti per Pierino Vetere (residente a Castelvetro Piacentino); infine per il pentito Salvatore Muto ne sono stati chiesti 8. Complessivamente i magistrati hanno richiesto condanne per oltre mille anni, per i 147 imputati coinvolti nel processo. Le accuse sono di affiliazione alla ‘ndrangheta ed altri reati come false fatturazioni, frodi, usura ed estorsione.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti