Cronaca
Commenta2

Piscina, ancora problemi In bilico l'attuale direttore, si teme riduzione spazi acqua

Ancora tensione sulla gestione della piscina comunale di Cremona. Nulla di ufficiale, ma voci insistenti provenienti dall’ambiente del nuoto cremonese dicono che Sport Management, società che gestisce l’impianto di Largo Azzurri d’Italia in convenzione col Comune, starebbe valutando, o avrebbe già in programma, un cambio di direzione. In altre parole dovrebbe arrivare un nuovo direttore che prenderebbe in mano la gestione della struttura al posto dell’attuale, Riccardo Lancetti.
Lancetti non conferma nè smentisce, rimane in attesa di comunicazioni ufficiali da parte di Sport Management. Di certo da stamattina in piscina c’era un capoarea di Sport Management e il Comune ha chiesto spiegazioni al gestore sui rumors in circolazione. Rumors che hanno già messo in allerta le canottieri cremonesi, che al 31 luglio, pochi giorni fa, hanno presentato le richieste degli spazi acqua per il prossimo anno di attività. Tema, questo, che è sempre stato al centro di frizioni e di proteste da entrambe le parti fin dall’uscita di scena della Federazione Italiana Nuoto, che ha gestito l’impianto fino allo scorso anno, e che con la presa in carico di Sport Management sono riesplose.
Raccolte le richieste delle società del territorio, infatti, entro il 15 settembre Sport Management dovrà presentare un planning con le ore di vasca e il numero di corsie assegnate. E il timore è che cambiando il direttore, nello specifico Lancetti, che da cremonese e da atleta Baldesio era un garante per le canottieri cremonesi, gli spazi acqua possano ridursi.
Serviranno alcuni giorni per avere l’ufficialità. Il malcontento delle società e degli utenti che usufruiscono dell’impianto, però, già c’è, ed è stato più volte manifestato. Non solo gli investimenti e le ristrutturazioni annunciati sono rimasti sulla carta, ma neppure è stata rispettata la convenzione nella parte in cui prevedeva l’apertura in contemporanea per tutto l’anno della vasca convertibile da 25 e di quella da 50.
Il sentore è che la questione piscina con l’estate tornerà di nuovo ad essere rovente.

Michela Cotelli 

© Riproduzione riservata
Commenti