Cronaca
Commenta22

Capotreno, Pizzetti: 'Prendere provvedimenti'. Salvini: 'Priorità è viaggiare sicuri'

Dopo la vicenda del capotreno, non mancano le reazioni della politica. A partire da quella del ministro Matteo Salvini, intervenuto con un messaggio su Twetter: “Invece di preoccuparsi per le aggressioni a passeggeri, controllori e capitreno, qualcuno si preoccupa dei messaggi contro i molestatori” ha detto. “Viaggiaresicuri è una priorità”.

Parole di fuoco invece da parte dell’onorevole Luciano Pizzetti, capogruppo del Pd nella Commissione infrastrutture e trasporti della Camera. “Quanto accaduto sul treno Milano-Cremona-Mantova è inqualificabile e inaccettabile” comment. “Provvedimenti vanno assunti contro chi disonora la divisa di pubblico dipendente che indossa contravvenendo allo spirito di servizio. Ma confondere esasperazione con razzismo è altrettanto incomprensibile.

Su quella tratta non viaggiano razzisti ma persone che ogni giorno affrontano pesanti disagi. Ritardi frequenti e consistenti, disservizi sia d’estate che d’inverno. A cui si aggiungono spesso episodi che travalicano la legalità. Tutto ciò provoca reazioni, a volte esagerate e ingiustificabili, in persone normali e per bene. Siano essi personale viaggiante o passeggeri. Più che tuonare contro il presunto razzismo servirebbe risolvere i problemi. Di legalità con più personale di sicurezza a bordo dei treni. Di funzionalità garantendo una migliore qualità del servizio. Di puntualità con una più attenta e puntuale manutenzione di mezzi e linea.

Tutto quello che i pendolari chiedono insistentemente da molto tempo e che Trenord puntualmente ha disatteso. Salvini promuove odio che spesso attecchisce proprio sull’esasperazione. Non è con l’accusa di razzismo che si combatte l’odio ma ripristinando controlli e legalità per una civile convivenza. Oltre che un sacrosanto diritto alla mobilità sostenibile anche per il cittadino pendolare”.

© Riproduzione riservata
Commenti