Commenta

Vanoli, al via la stagione:
primo allenamento al PalaRadi,
poi tour delle canottieri

Primo allenamento nel pomeriggio di ieri, martedì 21 agosto, al PalaRadi della Vanoli Basket. Presenti oltre agli italiani confermati dal campionato scorso Ruzzier, Portannese, Ricci e Gazzotti, anche i quattro nuovi i americani sui quali si è concentrata l’attenzione degli appassionati presenti sule tribune. I giocatori d’oltreoceano sono apparsi tonici e fisicamente ben strutturati: l’ala-grande Aldridge e l’ala-piccola Crawford, la guardia Demps e la guardia-ala Saunders. Sono stati effettuati degli esercizi e gare di tiro. Sono aggregati al gruppo anche il giovane Boccasavia (che è in forza anche ala Sansebasket), Mario Delas (28enne, croato, centro di 207 cm, nell’ultima stagione ha giocato con Capo d’Orlando e Varese con 7.0 punti e 4.5 rimbalzi di media in 33 gare) e Gabriele Stefanini (play-guardia bolognese di 193 cm, classe ’99), che ha appena disputato il primo anno di college a Columbia University segnando 5.9 punti di media con il 45% da 3 in 27 gare.

Come noto nel ritiro di Carisolo ci sarà anche Travis Diener (che ricordiamo ha doppio passaporto italiano ed americano) impegnato in un torneo negli Stati Uniti ed il prossimo 25 e 26 agosto sarà infatti introdotto nella The Fond du Lac Athletic Hall of Fame. Questa mattina, mercoledì 22 agosto, allenamento atletico alla Canottieri Flora e nel pomeriggio tecnica al PalaRadi. Medesimo programma Giovedì alla Canottieri Baldesio, venerdì alla Canottieri Dopolavoro Ferroviario ed infine sabato alla Canottieri Bissolati.

Grande attesa per conoscere chi sarà il pivot principale dal quale potrebbe dipendere la competitività del team. Vicino alla firma del contratto potrebbe essere Mangok Mathiang del 1992 originario del Sudan ma trasferitosi poi in Australia e negli Stati Uniti dove ha giocato 4 gare anche a Charlotte in Nba. La società del presidente Aldo Vanoli ha pronta un’alternativa nel caso il giocatore, che ha chiesto informazioni tecniche anche a coach Sacchetti, non accetti le proposte.

Marco Ravara

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti