Cronaca
Commenta28

Corso Garibaldi, il progetto Pietra di Luserna e granito Cantiere al via dal 1 ottobre

Pubblicato l’atteso bando di gara per il rifacimento della pavimentazione di Corso Garibaldi tra via Milazzo e via Villa Glori. E’ Aem a gestire tutte le fasi progettuali e quelle relative all’appalto, dopo aver affidato la redazione del progetto all’architetto Annalisa Bonini. 290.833 euro il costo complessivo dell’intervento, di cui 7.258 per oneri di sicurezza non soggetti al ribasso. Le ditte interessate a partecipare dovranno presentare la loro offerta entro l’11 settembre, ore 12, presso la sede Aem di viale Trento e Trieste, con inizio lavori a decorrere dal 1 ottobre. La durata del cantiere, che sarà svolto in due lotti (tratto di corso tra via Milazzo e via Goito; poi tra via Goito e via Villa Glori) è stimata in 112 giorni. Quindi, come annunciato nei giorni scorsi dal Comune, corso Garibaldi assumerà un nuovo volto entro la fine dell’anno. A fine mandato, dunque, l’amministrazione Galimberti rimette mano ai  luoghi da cui aveva iniziato, con le  celeberrime “onde blu” che avrebbero dovuto simulare un corso d’acqua, oggetto di accese dispute nell’estate 2014. Da allora si sono susseguiti alcuni interventi di arredo urbano, ad esempio le fioriere con panchine laterali e i gazebi mobili collocati in occasione delle iniziative estive, ma mai interventi strutturali risolutivi per rendere questo tratto di corso realmente percepibile come pedonale.

La riqualificazione prevede la posa di pavimentazione in pietra (Luserna e granito di Montorfano) secondo il formato del cubetto 10/10, mentre le aree che insistono su intersezioni stradali e quelle con particolare valenza storico-artistica, vedranno la posa di lastre di pietra in granito di Montorfano con spessore di 12 cm e larghezza di 30, con lunghezze variabili da 50 a 90 cm.
Conformemente agli interventi di riqualificazione già effettuati in zona, questo tipo di lastra interesserà circa 300 mq di superficie, e precisamente l’intersezione tra Via Goito, Via dei Rustici e Corso Garibaldi e la tratta di corso compresa tra la Casa di Stradivari e la Torre medioevale.
L’intervento riguarderà la sola sede stradale in quanto i marciapiedi erano già stati oggetto di precedenti lavori di manutenzione.
La riqualificazione prevede varie lavorazioni: fresatura dello strato in conglomerato bituminoso di cm 11; scavo di sbancamento a supporto delle pavimentazioni in pietra; posa delle lastre. Tra le parti rivestite in cubetti e quelle a lastre rettangolari, saranno inserite lastre di granito di Montorfano 15 X40 con funzione di raccordo, come quelle già visibili nello slargo prospiciente via Milazzo. A completare l’intervento, una triplice fila di cubetti di granito di Montorfano di pari dimensione rispetto a quelli in Luserna. Anche i chiusini di ispezione della fognatura saranno coordinati alla nuova pavimentazione, e le griglie in ghisa sostituite.

Contestualmente a questi lavori partiranno anche quelli relativi alla riqualificazione di via Goito, dove verrà finalmente abbattuta la palizzata che circonda l’area che doveva ospitare la mediateca e realizzata una piazza pubblica. g.biagi

Pavimentazione in cubetti di Luserna con inserimento di cubetti in granito di Montorfano

 

© Riproduzione riservata
Commenti