Commenta

Obbligo vaccinale: controlli
dei Nas anche nelle
scuole cremonesi

Tutti i bambini iscritti agli asili e alle scuole d’infanzia comunali sono in regola con le coperture vaccinali obbligatorie. Lo assicurano gli uffici delle Politiche educative del Comune, che avevano agito d’anticipo rispetto al susseguirsi di notizie di questi giorni, richiedendo ai genitori per tempo, fin dall’epoca delle iscrizioni,  i certificati dell’avvenuta vaccinazione. “Poi li abbiamo trasmessi all’Ats, per le opportune verifiche”, chiarisce il vicesindaco Maura Ruggeri. “Devo registrare una grande disponibilità delle famiglie. In qualche caso, ma davvero raro, le famiglie non avevano ancora effettuato tutti i richiami, ma avevano già preso appuntamento per farlo”. Dunque, non sono tanto autocertificazioni quelle acquisite dal Comune, ma certificati vaccinali veri e propri: la norma nazionale invece, nell’ultima delle sue tante versioni, ha previsto nelle scorse ore che vengano ammessi a scuola anche i bambini con autocertificazione, almeno fino a marzo 2019.

I carabinieri del Nas in questa prima settimana di scuola stanno effettuando controlli a campione in tutta Italia e sono arrivati anche nelle comunali cremonesi, per verificare l’autenticità di quanto dichiarato dai genitori.

Nel caos della legislazione nazionale dunque, gli uffici delle politiche educative coordinati dalla dirigente Silvia Toninelli avevano chiesto fin dall’atto dell’iscrizione il certificato vaccinale. Un modo per portarsi avanti e non mettere in difficoltà insegnanti ed educatrici come era successo lo scorso anno, in compiti di controllo che peraltro non spettano al Comune. “In tema di salute – chiude il discorso Ruggeri – occorre dare sicurezza ai genitori, non alimentare confusione come invece sta avvenendo a livello governativo”, chiosa la vicesindaco.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti