Commenta

Ex Armaguerra, il progetto
sotto esame: nuova Lidl
verso rotonda della Paullese

Nuovo passo della Lidl per la realizzazione della nuova area commerciale nell’ex Armaguerra. Dopo il primo sì di massima della Giunta della scorsa primavera, in Comune era atteso il primo progetto sulla zona che si va sempre più caratterizzando dal punto di vista commerciale. Così all’ultima seduta della Commissione Paesaggio presieduta dall’architetto Massimo Terzi, è approdata la prima bozza di progetto della nuova Lidl a firma dell’ingegner Del Gobbo, professionista cremonese. Il progetto prevedeva la demolizione completa della vecchia struttura delle palazzine uffici così da permettere l’affaccio diretto del supermercato sulla rotonda della Paullese, proprio di fronte al Centro Commerciale Cremona Po.

Venivano invece mantenuti quasi tutti gli altri capannoni retrostanti (una parte solo, perpendicolare alla rotonda veniva demolita) sia come parcheggi coperti che come ulteriori spazi commerciali. Sostanzialmente tutto il comparto dell’ex fabbrica d’armi sarebbe coinvolto nel progetto anche se per ora l’unica definizione progettuale avrebbe riguardato la piastra commerciale Lidl.

Questo, insieme ad altre perplessità manifestate dalla Commissione Comunale Paesaggio, avrebbero indotto il progettista a ritirare la prima bozza progettuale per ripresentarla, modificata e completata, tra alcune settimane.

Ricordiamo che l’area in oggetto è di circa 50mila metri quadrati ed è abbandonata da mezzo secolo. Il Piano Regolatore vigente (mai modificato per la zona) prevede una destinazione in larga parte commerciale (due terzi) ma anche attività terziarie (ristorazione, uffici, artigianato), residenza e persino servizi pubblici nell’ex palazzina mensa della vecchia fabbrica d’armi. Il nuovo supermercato Lidl prevede la chiusura e lo spostamento dell’attuale insediamento commerciale dello stesso marchio di via Castelleone e l’unico vincolo posto dall’Amministrazione comunale sarebbe il divieto di trasloco di attività commerciali dal centro città.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti