Ultim'ora
12 Commenti

Vandali in azione al nuovo
Park Run: distrutti quasi
tutti i cartelli direzionali

Vandali di nuovo scatenati al parco del Morbasco. Stavolta a finire nel mirino degli ignoti devastatori è stato il nuovissimo Park Run, inaugurato soltanto due giorni fa: dei venti cartelli direzionali posizionati, acquistati dalla neonata associazione ‘Corri in Cremona’, che ha voluto investire in questo progetto, ne sono rimasti in piedi solo quattro, mentre gli altri sedici sono completamente distrutti.

Grandissima la rabbia dei promotori del progetto, un vero e proprio percorso podistico e naturalistico, sponsorizzato da alcune aziende. L’iniziativa era tesa alla valorizzazione del Parco Locale di Interesse Sovracomunale (Plis) del Po e del Morbasco, grazie al bellissimo esempio di cittadinanza attiva rappresentato dall’associazione. Il percorso si sviluppa su un circuito di 2 km, con fondo misto su cui è possibile correre con scarpette da corsa ed è segnata la distanza raggiunta ogni 500 metri. La particolarità di questo Park Run era appunto la particolare cartellonistica, con una facciata podistica e una facciata botanica-faunistica.

Del resto il Parco del Morbasco non è purtroppo nuovo al blitz dei vandali: lo scorso aprile alcuni ignoti avevano dato fuoro a una panchina all’interno del parco, che era rimasta completamente distrutta, senza contare i resti di bivacchi notturni, le scritte sui muri e la sporcizia abbandonata un po’ ovunque.

“E’ incivile e ingiusto quello che è successo al nuovo Park Run di via Trebbia” commenta il sindaco Gianluca Galimberti. “Abbiamo inaugurato il percorso due giorni fa. E’ un colpo basso alla città e a quei cittadini che hanno adottato questo spazio e che hanno lavorato, a fianco del Comune, per rendere il parco più bello per tutti. E’ un colpo basso a quei bambini che erano con noi durante l’inaugurazione e ai quali abbiamo detto che prendersi cura della città è un dovere di tutti, loro e di noi adulti. Siamo già in contatto con l’Associazione “Corri in Cremona” per riparare i cartelli e per dimostrare insieme che nemmeno i vandali vincono sulla gratuità e sulla grandezza dei gesti e delle persone!”.

lb

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti