Commenta

Lena: 'Non è Infrastrutture
Lombarde che decide se
revocare la Cremona-Mantova'

E’ tutta interna al centrodestra la polemica che sta montando in queste ore a seguito della notizia della rinuncia alla Cremona – Mantova. Federico Lena, consigliere leghista soresinese, riconfermato al Pirellone, sconfessa Giuliano Capetti, amministratore unico di Infrastrutture Lombarde Spa, appartenente alla stessa parte politica, un passato da assessore provinciale alla Viabilità a Bergamo e poi segretario dell’assessore regionale alle infrastrutture Alessandro Sorte.

“Il presidente di Infrastrutture Lombarde Lombarde Giuliano Capetti dichiara che l’autostrada Cremona – Mantova va verso un procedimento di revoca perchè mancano i fondi?”,  si chiede Lena in una nota. “Su che basi, mi domando, lo sostiene, affermando addirittura che qualora i finanziamenti mancanti si trovassero, il progetto sarebbe comunque antieconomico in quanto l’introito del pedaggio non giustificherebbe l’investimento?”.

Lena aggiunge che non esiste alcun documento ufficiale riguardante la revoca del contratto e che si tratta di “una decisione che semmai dovrà arrivare dal mondo politico e non lasciata all’arbitrio di Capetti. Se il presidente ha informazioni ufficiali di cui non siamo a conoscenza è invitato a fornirle al pubblico. Decideranno poi i territori se volere o meno l’infrastruttura”. Ammesso e non concesso che l’autostrada non si farà, aggiunge Lena, “l’importante è che quei soldi (108 milioni ipotizzati dalla Regione per avviare il progetto, ndr) restino a disposizione del territorio cremonese”.

“Io posso anche essere d’accordo – conclude Lena –  come dice l’ex presidente della Provincia di Cremona Massimiliano Salini, che il territorio rischia l’isolamento, ma è anche vero che il progetto è nel cassetto da anni e vorrei capire le ragioni di questo stand by. Dovrebbero decidere in ogni caso le istituzioni territoriali, di cui ultimamente non abbiamo avuto occasione di sentire gli umori e non affidarci alle esternazioni di chi in campagna elettorale, cerca un facile consenso”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti