7 Commenti

Illuminazione pubblica,
'le regole esistono già,
basta applicarle'

A Cremona esiste già un Piano Regolatore dell’Illuminazione Comunale (P.R.I.C.), il Comune non deve fare altro che applicarlo. Lo afferma la consigliera Maria Vittoria Ceraso, a proposito dei progetti di illuminazione pubblica, soprattutto in centro storico, che l’amministrazione sta portando avanti coi gestori di Citelum e la Soprintendenza. “Il  P.R.I.C. – afferma Ceraso –  ha come obiettivo primario non solo il controllo della luce nella sua complessità e il rispetto delle prescrizioni di legge, ma anche quello di proporsi quale strumento rivelatore delle peculiarità della città, in relazione alla sue valenze storiche, architettoniche, ambientali, urbanistiche e della memoria.
Proprio in applicazione del suddetto Piano erano già stati realizzati dalla Giunta Perri importanti interventi sia con sorgenti di luce a LED (via Giordano, Castelverde, rotonda via Bergamo, Galleria del Corso) sia attraverso sorgenti a ioduri metallici a resa migliorata (corsi Garibaldi, Mazzini, Campi, Matteotti e Vittorio Emanuele II, vie Capra e Anguissola). Forse ci si è dimenticati anche che il Comune di Cremona, era stato premiato a Padova nel dicembre 2011 in occasione della VI edizione della manifestazione Lumen Fortronic (mostra e convegno dedicata alla scelta di nuovi sistemi di illuminazione) ricevendo il premio Award Ecohitech, riconoscimento riservato alle pubbliche amministrazioni virtuose che hanno realizzato impianti di illuminazione stradale a LED dimostrando una particolare attenzione al risparmio energetico”.
Ceraso interviene anche sui frequenti guasti: “L’attuale Amministrazione, che non mi sembra abbia approvato un nuovo piano dell’illuminazione o modificato quello in essere, è vincolata ad attenersi allo stesso attuando quanto in esso prescritto. Così come sarebbe opportuno che la Giunta invitasse i tecnici di Citelum a dedicarsi in maniera più efficiente ed efficace alla risoluzione dei numerosi disservizi e guasti soprattutto agli impianti semaforici che, se pur non nuovissimi, fino all’arrivo della multinazionale francese, non erano continuamente in tilt e soprattutto gli interventi per il ripristino della funzionalità da parte del vecchio gestore erano pressochè immediati. La vetustà degli impianti e della rete che si accampa come scusa non può essere certo maturata negli ultimi 2 anni. Escludendo l’alibi ‘dell’invecchiamento precoce’ degli impianti, questa è l’ennesima dimostrazione di una scelta sbagliata dell’Amministrazione che incide sulla sicurezza dei cittadini ogni volta che arterie importanti della città rimangono per giorni senza regolamentazione semaforica”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Nicolini Gualtiero Walter

    Ha ragione frequentissimi disservizi specie per i semafori.

    • Illuminatus

      “Continui” disservizi è più esatto!

  • Gianluca

    Il problema sarebbe risolvibile in giornata se il gestore fosse cremonese come un tempo. Avendolo affidato ad una società straniera che poi subappalta ad altri che hanno sedi operative a centinaia di km. Di distanza fa si che i disservizi perdurino.

    • Illuminatus

      Infatti, dire che un Comune con quasi 600 dipendenti debba affidare questo lavoro a terzi-quarti che pure ci gudagnano su un servizio pessimo è scandaloso!

  • paolo

    e che la segnalazione dei guasti sia affidata unicamente ai cittadini la trovo una cosa assurda: pago per un servizio (la pubblica illuminazione) ma mi devo fare carico di una azione che dovrebbe rientrare nell’ordinaria gestione del servizio: scoprire i punti lucr (sia fissi che semaforici) inefficienti.. per non dire della velocità “bradipesca” (mail base e successive mail di sollecito da me conservate ne fanno fede) delle riparazioni, anche dopo l’iniziale segnalazione del cittadino…stanco di fare il “badante” per tutte le vie cittadine nelle quali transito,. ho deciso di limitarmi alla via nella quale abito..

    • Gianluca

      Lanciamo la campagna: adotta un semaforo.

      • Mario Rossi SV

        Questa è bella!