2 Commenti

Guasto alla piscina, Sport
Management chiarisce:
'Ecco cosa è successo'

Sulla scorta delle polemiche che si sono sollevate in seguito alla chiusura della piscina giovedì scorso, Sport Management chiarisce con un comunicato stampa le operazioni che i propri tecnici hanno svolto a cominciare dalla serata del 20 febbraio alle 16 del giorno dopo per risolvere quando l’impianto è stato riaperto.

“Nella sera del 20 febbraio 2019 – spiega l’azienda – a seguito dei controlli periodici eseguiti presso il polo natatorio, si è potuto apprezzare il fermo motori temporaneo a causa di un surriscaldamento provocato dalle pompe a servizio della vasca olimpionica e che a loro volta avevano indotto lo scatto magnetotermico al servizio della medesima. Il nostro tecnico riarmava pertanto manualmente i differenziali. Nelle ore successive si procedeva a un ulteriore controllo; alle ore 05.15 del 21 febbraio 2019 il responsabile degli impianti tecnologici constatava nuovamente il fermo motore delle vasche olimpioniche e il mancato ricircolo dell’acqua del bacino artificiale. Veniva pertanto contattato in urgenza il tecnico degli impianti elettrici il quale constatava la necessità della sostituzione del differenziale al servizio dei motori di rilancio. Si procedeva pertanto a una clorazione manuale delle vasche (escludendo pertanto la clorazione automatica visto il non ricircolo dell’acqua). Alle ore 13.00 circa del 21 febbraio 2019 si andava pertanto a sostituire il differenziale al servizio delle pompe con relativo riavvio del sistema di circolo. Si provvedeva a una correzione manuale dei valori delle vasche per portarli a regime di conformità igienico-sanitario. Alle ore 16.00 circa le vasche venivano riaperte al pubblico, con valori perfettamente nella norma”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Brivido Cosmico

    A Cremona si dice: arrampicarsi sugli specchi….

  • Elio

    Alla faccia degli eventi di “Cremona citta dello sport”. A quando il cambio di questa squallida gestione?