29 Commenti

Ciclabile Boschetto, progetto
da 900mila euro, parte
ricerca di finanziamenti

Approvato dalla Giunta, su proposta dell’Assessore alle Infrastrutture e alla Mobilità Alessia Manfredini, il progetto di fattibilità tecnica ed economica della pista n.6, prevista dal Biciplan, nel tratto compreso tra via Nazario Sauro e via Crocile, che collega il quartiere Boschetto alla città. L’approvazione è propedeutica alla ricerca e all’ottenimento di cofinanziamenti ministeriali o regionali e permette di partecipare a bandi nazionali e regionali destinati ad incentivare la mobilità sostenibile e a realizzare piste ciclabili.

Il progetto si basa su uno schema a piste monodirezionali contrapposte in modo da garantire la continuità del tracciato, per ciclisti e pedoni, tra le aree edificate sia sul fronte est che sul fronte ovest di via Boschetto. Tale progettazione è stata pensata innanzitutto per evitare, a causa della carenza degli spazi necessari in banchina, attraversamenti del percorso ciclopedonale, per consentire inoltre la continuità dei tratti pedonali lungo l’intera via Boschetto, da nord a sud, ed infine per limitare le aree da espropriare. La pista ha una lunghezza di circa 1,6 km e un larghezza compresa tra i 2 e 2,5 metri. Il costo complessivo previsto è di 900mila euro.

La progettazione ha tenuto conto delle esigenze manifestate dal locale Comitato di quartiere e di alcune utili indicazioni pervenute da FIAB Biciclettando Cremona. Sono state così introdotte misure tese a migliorarne la sicurezza: sono previste infatti la sistemazione dell’attraversamento pedonale rialzato che si trova in prossimità del civico 80; la realizzazione di un nuovo attraversamento rialzato presso il civico 41; la messa in sicurezza delle fermate bus esistenti attraverso la pavimentazione della banchina stradale; la riqualificazione dell’impianto di illuminazione pubblica e della segnaletica stradale che sarà anche implementata.

Sul tema della mobilità dolce si terrà sabato 30 marzo in sala Puerari il convegno organizzato da Fiab “Mobilità del futuro: insieme e convidisi” con il sindaco Gianluca Galimberti, l’assessore Alessia Manfredini, la presidente FIAB Giulietta Pagliaccio, l’arch. urbanista Matteo Dondè, la Vice Questore Federica Deledda. Ospite Marco Scarponi che presenterà la fondazione Michele Scarponi.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Andrea SINDACO

    È un errore i 900 mila euro saranno 90 mila euro

    • Mario Rossi SV

      No, 9 mila, la ditta sarà così orgogliosa di fare una utilissima e indispensabile pista ciclabile che lo farà quasi gratis…

      • Aulo Agerio

        utilissima e indispensabile pista ciclabile è ironia? la frase “esigenze manifestate dal locale Comitato di quartiere” suggerisce che agli abitanti del Boschetto interessi, quindi?

        • Stefano Robert Rebessi

          sì è indispensabile, anche senza tanto sarcasmo gentile Aulo Algerio, le macchine sfrecciano ad elevata velocità per tutto il tratto che va dalla tangenziale alle prime case del quartiere propriamente detto. Le bici molto spesso vedono passare loro a fianco anche camion carichi.

          Direi che una ciclabile di collegamento DIRETTO con la ciclabile aldilà del sottopasso sia più che necessaria.

          Se abitasse come me al Boschetto, saprebbe i problemi che costellano il quartiere. Sempre che non abiti direttamente al quartiere nei pressi della chiesa, dove i problemi di macchine spericolate sono assai ridotti.

          Ringrazio anche la presenza dei Vigili ultimamente, piazzati in vari punti di Via Boschetto per multare chi scambia la stessa via per il rettilineo del Cremona Circuit.

          • Aulo Agerio

            Gentile Stefano, il sarcasmo era, e rimane, per il commento a cui ho risposto, come la mia domanda finale, rivolta a capire il senso di un’altra osservazione INUTILE tra le tante fatte dal commentante.
            Non ho espresso opinioni sulla ciclabile, sono meno importanti dello scopo appena esposto (nel merito, ho solo un plauso per chi l’ha chiesta e chi la sta cercando di finalizzare al minore costo possibile per la comunità ricorrendo a finanziamenti e bandi).
            Grazie per l’interazione e per la testimonianza, speriamo che sia utile a qualcuno per comprendere che la realtà ha una complessità che va rispettata…

          • Mario Rossi SV

            Come se partecipare a bandi ne riduca il costo, sempre soldi delle nostre tasse spesi inutilmente. Quanti incidenti si sono avuti al boschetto che hanno visti protagonisti i ciclisti per la mancanza di piste ciclabili? Zero! Bah…

          • Aulo Agerio

            Rifletta su quanto scrive se le riesce.
            A parte il fatto che i bandi sono soldi disponibili che sono GIA’ stati accantonati, e che riducono la quota di costo sostenuta dal comune, non trova curioso che ci siano fondi regionali, nazionali, europei per la mobilità sostenibile? Può forse significare che c’è una politica “diffusa” che vuole ottenere risultati in questa direzione tanto da metterci soldi?
            Ma soprattutto, secondo lei l’opportunità di fare scelte è determinata da quanti ci sono rimasti secchi o le bastano anche i feriti? Con codice giallo o sarebbe meglio rosso ?
            Figli, parenti genitori di chi le starebbe meglio?
            Evviva la libertà di espressione sotto anonimato ma diavolo, un minimo di senso (e di vergogna)…

          • Mario Rossi SV

            Sai quanti incroci sono funestati da incidenti mortali che avrebbero bisogno di essere modificati e di finanziamenti? Ah no pensiamo solo alle ciclabili. Penso che ciclotalebani o velointegralisti sia l’espressione giusta per definirvi. Esiste solo il ciclo nella votra testa.due neuroni uno per la ruota davanti e uno per la ruota dietro.

          • Elio

            Utilissime ma i vigili multano znche i ciclisti indisciplinati che vanno sul marciapiede o simili? Io vado sia in auto che in bici e a volte mi sento uno stupido in bicicletta a fermarmi col rosso,non andare in senso unico non andare sui marciapiedi etc. Giustissimo fare le ciclabili ma se pagate dalla comunità e’ giusto che ci siano potenziali utenti e parecchi,che le utilizzino male o addirittura non le utilizzino mettendo in pericolo di vita se stessi in primis,e questi non siano mai sanzionati? Ci sono tantissimi casi di cuclisti che vanno in strada o sui marciapiedi con affianco le piste ciclabili. Lei da contribuente come prende la cosa? Milioni spesi di cui anche suoi soldi,per ciclabili utilissime e quando,molto spesso,queste non vengono utilizzate o utilizzate male contravvenendo alla legge andando sul marciapiede,sensi unici etc o solo non utilizzandole per risparmiare 5 metri di tragitto i vigili non intervengano mai? Fosse colpa dei vigili ok ma sembrano indicazioni comunali queste. Quindi da una parte il comune spende soldi per le ciclabili e dall altra parte non prende in considerazione la sicurezza dei ciclisti non sanzionandoli mai in nessun caso. Spendere tanti soldi ma avere e pretendere anche multando che la gente le usi,questo bisognerebbe fare ma per adesso non si pretende nulla dai potenziali utenti e questo mi fa pensare a che le fa a fare il comune se,chiaramente,da indicazioni di non educare,anche sanzionando,chi non usa il bene a loro destinato

          • Illuminatus

            Hai ragione da vendere.

          • Mario Rossi SV

            I ciclo-talebani sono talmente integralisti che non si riconoscono neanche tra di loro…

        • Mario Rossi SV

          Dipende da quanti, mettiamolo ai voti. Assieme alle amministrative metterei una scheda di un referendum:Volete a Cremona altre piste ciclabili? Ci sarebbe da divertirsi.

  • Elio

    Se ben fatte sono utli,il fatto e’ che anche se presenti non vengono usate o usate male e me la prendo in primis coi vigili che non multano mai nessun ciclista che non rispetta il codice della strada

    • Gianluca

      Ho una foto scattata domenica mattina in Viale Trento e Trieste che inquadra un gruppo di ciclisti proveniente da Piazza Risorgimento che se ne è bellamente fregato della ciclabile li a fianco (quantomeno li ho visti fermarsi al rosso del semaforo, all’incrocio con Via Palestro).

      • Elio

        Sarebbe piu bravo se riuscisse a fotografare un vigile che li multa oppure un gruppo di ciclisti usare la ciclabile correttamente

    • Illuminatus

      Basta andare in viale Po, specialmente la domenica… i ciclisti incivili che indossano tute sgargianti ritengono proprio che l ciclabili non sono al loro livello, e stanno in mezzo ai cog… perdonate, in mezzo alla strada. In divieto.

  • CommanderKeen

    Altra cattedrale nel deserto, speriamo che non venga finanziata da un inspiegabile aumento delle multe della polizia municipale.

  • Illuminatus

    Urge un obiettivo e non interessato studio dei costi – benefici. Poi decidere.

  • brontolo

    É più che utile…É già da prima della giunta perri che se ne parla…giudicata anche da loro indispensabile ma chissà come mai non sono mai riusciti a fate un progetto definitivo,cosa che ha fatto la giunta galimberti.complimrnti a loro e speriamo si trovino presto i fondi.p.s.prima di giudicare se un opera é inutile e costosa…bisognerebbe informarsi anziché commentare negativamente a prescindere

  • Illuminatus

    Sono stati fatti degli studi al di sopra delle ideologie per stabilire la reale necessità di due corsie?

    Magari, misurando il traffico effettivo di biciclette, potrebbe bastare una sola pista invece di due – risparmiando quasi mezzo milione di soldi nostri.

    • Gianluca Boldrini

      Ma è una battuta? A parte che parte dei soldi sono finalizzati alla riqualificazione dell’attuale via Boschetto (illuminazione, banchine ed altro) ma se togliamo una corsia ne resta una sola per 2 sensi di marcia? Quindi quelle vie carrabili che sono poco battute le facciamo ad una sola carreggiata cosi poi le macchine fanno dei frontali? Non so….

      • Illuminatus

        Ho chiesto se erano stati fatti degli studi riguardo al rapporto costi-benefici, e l’utilizzo effettivo previsto, e se poteva bastare una sola pista invece di due.

        Posso fare una domanda su come vengono spesi i nostri soldi, o devo prima chiedere il permesso a Lei?

        • Gianluca Boldrini

          niente non riesco a rispondere perchè Cremonaoggi censura la mia risposta che non conteneva ne parole strane od offensive ne concetti fuoriluogo.

          • Illuminatus

            Provi a mettere gli accenti corretti sulle “é” di “perché”.

          • Gianluca Boldrini

            già fatto ma non cambia nulla…. va be’ amen
            forse avevo scritto troppo 🙂

          • Illuminatus

            Beh, grazie comunque per averci provato! 🙂 Buona giornata.

  • Jo Pesce

    Come mai si tiene in considerazione le esigenze del boschetto ed invece si manda a quel paese quelli che abitano in via Giordano e in via Cadore?

    • Illuminatus

      Bella domanda! Bravo!

    • Elio

      Sicuramente via giordano e’ popolatissima e farla in bicicletta non e’ la cosa piu simpatica del mondo