Commenta

La Rossetto Trade non ci sta
e ricorre al Consiglio di Stato
contro la sentenza del Tar

Continua il braccio di ferro tra la società Rossetto Trade e il comune di Cremona che aveva autorizzato la costruzione di un altro supermercato un discount, la Md Spa di generi alimentari nell’area dove un tempo sorgeva la cascina Colombera. Il Tar di Brescia aveva respinto il ricorso presentato dalla Rossetto Trade, condannando la società al pagamento di 2.000 euro di spese di giudizio, più Iva e accessori di legge, a favore dell’amministrazione e della Md spa, entrambe costituite in giudizio. Nel ricorso presentato al Tar veniva indicato che il Comune aveva suddiviso le aree in diverse tipologie, dando l’autorizzazione a vendita commerciale ad uso alimentare solo a Rossetto, mentre autorizzava le altre aree a esercizi commerciali di media distribuzione a destinazione residenziale ed artigianato di servizio eventualmente trasformabile in turistico alberghiero. Successivamente invece, il Comune aveva cambiato la destinazione d’uso, autorizzando l’uso alimentare. I lavori della nuova struttura davano spazio a Md spa, un discount alimentare che sarebbe entrato in concorrenza con Rossetto. Secondo il Tar, però, non si tratta di un centro commerciale, ma di una struttura di vendita autonoma ed indipendente. Cosi il ricorso è stato respinto, ma ora Rossetto ha impugnato l’ordinanza del Tar facendo ricorso al Consiglio di Stato. Tra l’altro il nuovo supermercato della catena Md è già quasi terminato. L’azienda ha una rete di vendita di oltre 700 negozi in 19 regioni.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti