17 Commenti

Garage del Cambonino usati
come locali rifiuti:
non è cambiato niente

Nei condomini Aler di via Panfilo Nuvolone 2 torna il problema dei due garage adibiti a locali rifiuti, di nuovo stracolmi di immondizia, con tutte le conseguenze immaginabili in fatto di puzza, insetti e problematiche igieniche. In uno dei due garage, quello dei contenitori per la differenziata questa mattina sono finiti un materasso, una rete, altri pezzi di mobilio, un ventilatore da tavolo. Nei bidoni destinati al rifiuto secco ci sono scarti di cibo e a terra un sacchetto semiaperto di pannolini da bambino. Il garage è completamente ingombro di bidoni; quello accanto è più sgombro, ma attorno ai contenitori marroni dell’umido ci sono chiazze di urina, e altri rifiuti, oltre a sacchi neri che in teoria sono stati banditi da tre anni nel sistema di raccolta.

Rifiuti ingombranti, forse in attesa di essere ritirati (Linea Gestioni fa il servizi gratuitamente, su richiesta) si trovano anche accatastati nell’atrio di uno degli ingressi al maxi condominio di via Nuvolone.

Dunque è ancora irrisolta la situazione nei grandi condomini popolari del Cambonino dove da anni si assiste al rimpallo di responsabilità tra Comune e Aler, proprietaria degli immobili. In realtà, la pulizia e la realizzazione di locali rifiuti idonei secondo legge, è compito di Aler, che però aveva fatto sapere di non intendere fare investimenti in un contesto dove le regole non vengono rispettate. All’Aler si è da pochi mesi insediato il nuovo direttore, Luca Rocchetti che alcuni mesi fa, al suo ingresso a Cremona, aveva dichiarato in proposito “Non sono sicuro che poi questo locale verrebbe usato correttamente; in altri termini non vorrei che una volta realizzato, ci finissero dentro anche materassi, mobili, ecc. Il problema lì è soprattutto di educazione. A breve mi incontrerò con gli assessori competenti per riprendere in mano la questione”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Chicca

    Super multa a tutto il condominio così chissà si rendano conto del disagio che creano! Comunque sono incivili,maleducati,.!!

  • Sbirulino19

    Neanche l’amministrazione è cambiata…

    • Orto

      E nemmeno l’Aler (che comunque non dovrebbe spendere nemmeno un euro per questi incivili)

    • Angelo Dellamorte

      Ahah come ti rode! Ahaha!!! E nemmeno tu cambi!

      • Sbirulino19

        Non me frega un cazz0, abito in villa, un sindaco o un altro a me, non cambia una beneamata mazza.

        • Angelo Dellamorte

          <>. Mi scusi Barone.

          • Sbirulino19
          • Angelo Dellamorte

            Gné gné gné io abito in villa gné

          • Sbirulino19

            C’è può e chi no, io posso.

          • Angelo Dellamorte

            e quindi? Delirio dalla villa! Beh stacci nella villa.

          • Sbirulino19

            Vedi che l’unico a cui rode sei tu.

          • Angelo Dellamorte

            mi rode vedere persone incattivite, bigotte e razziste.

          • Sbirulino19

            Stai alludendo a qualche tuo famigliare?

  • Simone

    L’amministrazione comunale e l’Aler non hanno colpa se ci sono persone maleducate, sporche e incivili che vivono in quei palazzi. Credo che si debbano usare telecamere per beccare chi butta rifiuti ad cazzum e piscia manco fossimo nella giungla. Dopo averli sanzionati pesantemente due volte, alla terza sarebbe il caso di dargli lo sfratto esecutivo per attacco all’incolumita della salute pubblica! Vedi se poi non cambiano registro!

    • MENCIA

      e pure si lamentano , perche’ nei loro palazzi ci sono i topi , ci credo

  • MENCIA

    quello che mi spiace che i figli di questi incivili cresceranno con la stessa testa dei genitori e anche loro non rispetteranno le semplice regole di una vita civile,. Se il padre come fa il sottoscritto alla domenica mattina si recherebbero alla discarica a buttare via la roba non avremmo queste situazione , certamente e’ piu’ comodo buttare via al quel modo.

  • Marcella Musoni

    Mia madre abita da quarantadue anni in una torre di quel condominio, prima che l’Aler inserisse nel contesto una serie di persone che pensano di vivere in mezzo al pantano invece che in appartamenti decorosi, tutto questo non accadeva. Pulizie fatte, porte integre e buon vicinato, ci si aiutava tutti. Ora anarchia totale. Sono sempre i soliti noti. L’Aler conosce da tanto tempo la situazione ma, non puo’ cambiare la testa della gente.