8 Commenti

Colonnine auto elettriche,
il boom: persino davanti
a palazzo Cittanova e S.Agata

La provincia di Cremona è ancora indietro nella diffusione di auto elettriche o ibride, rispetto ad altre province lombarde,  meno dell’1% del parco auto circolante, secondo una recente rilevazione di Facile.it. Eppure la diffusione delle colonnine di ricarica nella città capoluogo è capillare, ben 33 quelle censite sul sito del Comune e l’espansione non si ferma nemmeno davanti a zone monumentali. Come corso Garibaldi, nel tratto davanti a palazzo Cittanova e piazza Sant’Agata, dove da qualche tempo è stata installata una colonnina di A2A. Proprio in un’area che, nel programma elettorale del sindaco, doveva essere valorizzata: “La piazzetta su cui si affacciano il palazzo Cittanova, con a fianco Palazzo Trecchi e la chiesa di S. Agata è un gioiello di storia e di bellezza”, si leggeva in uno dei punti dedicati alle riqualificazioni urbane di “Cremona, si può”. “Vogliamo valorizzarla con un progetto che prevede pavimentazione di pregio, arredi urbani e animazione. Per l’occasione, sistemeremo anche la pista ciclabile che dalla fine dell’area pedonale di corso Garibaldi arriva proprio alla piazzetta Cittanova, attualmente realizzata su una fila di tombini”.

Quella di corso Garibaldi è solo una delle postazioni localizzate in centro storico, di certo quella con il più alto valore artistico: altre si trovano in piazza Gallina, in via Bella Chioppella nei pressi di piazza Marconi; in via Aselli nei pressi dell’intersezione con viale Trento e Trieste. Per la maggior parte sono collocate davanti ai centri commerciali, nelle aree di interscambio e in aree semi periferiche, dove l’impatto sull’arredo urbano è decisamente minore.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Abiff

    Ben vengano, ma c’è un “ma”.

    Per usufruire di queste colonnette, chi ha un’auto elettrica deve avere anche un abbonamento alla A2A. Altrimenti nessun rifornimento. E’ come uno andasse a pare il pieno all’Agip e si sente dire, no, mi dispiace, senza abbonamento all’Agip niente da fare.

    Vi sembra sensato? No. Allora si permetta che almeno funzioni con la normale carta di credito………..

    • Mirko

      Ma sei a Cremona dove viene fatto tutto a caso, strade,colonnine, semafori, dossi, piste e rifiuti….di cosa ti stupisci

    • Sbirulino19

      Giusto, vi hanno dato il contributo per l’acquisto, adesso tribolate un po’…

      • Abiff

        Non penso a me, che ricarico l’auto in azienda a costo inferiore. Penso ai turisti,gli Svizzeri, i Francesi, i Tedeschi con la Tesla che pensano di arrivare in un posto moderno, e con non hanno preso un euro da noi.

        • Sbirulino19

          Se aspettiamo i turisti europei con le elettriche facciamo in tempo a spegnerci tutti dopo esserci scaricati completamente. 😄

          • Abiff

            Io ogni tanto vedo le Tesla a Cremona con targa elvetica. Una Model S Performance ha oltre 500 km di autonomia, mentre Lugano-Cremona e ritorno fa 354km. Nessun problema dunque.

            Certo che se lo svizzero la potesse ricaricarla a Cremona sarebbe meglio.

          • Sbirulino19

            No, meglio lo faccia nella zucchinonia, la hanno 5 centrali atomiche che non inquinano, in Italia produrrebbe CO2.

  • Eugenio Rotelli

    Una volta le ciclabili l’altra le colonnine, sempre meno posti auto :;