Commenta

S.Omobono nel segno della
tradizione: messa e attestati
agli ex dipendenti Comune

Si è svolta nel segno della tradizione la mattinata in Cattedrale per la festa patronale di S.Omobono. La cripta che conserva le spoglie del Santo è aperta dalle ore 8 ed è già stata visitata da centinaia di fedeli. Sempre in cripta, poco prima della celebrazione della S.Messa, si è svolta la consegna dei ceri da parte del sindaco Galimberti al Vescovo Napolioni: accanto al sindaco, in rappresentanza della Provincia di Cremona Rosolino Azzali e il prefetto Vito Danilo Gagliardi. “Siamo qui silenziosi e festosi, grati e consapevoli di aver ricevuto un dono così grande nel concittadino Omobono Tucenghi”, ha detto il Vescovo prima di ringraziare le autorità presenti per l’offerta dei ceri, “segno di un dialogo ininterrotto tra le varie componenti della comunità cittadina, ispirate alla testimonianza di sant’Omobono”. Dopo l’accensione dei tre ceri votivi, la preghiera al Patrono. Attorno all’urna del Santo anche il vescovo emerito Dante Lafranconi e i canonici del Capitolo della Cattedrale.

Subito dopo, alle 10.30, in Cattedrale, la solenne Messa pontificale presieduta dal Vescovo e concelebrata da molti sacerdoti della diocesi. Nell’omelia il vescovo ha voluto idealmente dare voce al Patrono, soffermandosi su tre gesti caratteristici di un sarto: imbastire, rammendare, ricamare, in chiave di vita cristiana. A seguire, a partire dalle 12,30, lo stesso Vescovo si è spostato nella struttura diocesana della Casa dell’Accoglienza per condividere il pranzo con gli ospiti.

A concludere la parte laica della ricorrenza, in palazzo Comunale, si è svolta la consegna degli attestati agli ex dipendenti dell’ente che nell’ultimo anno sono andati in pensione dopo almeno 20 anni di servizio. Questo l’elenco, a testimonianza dei molti pensionamenti avvenuti:

Hanno ritirato l’attestato, consegnato dal Sindaco, dalla Vice Sindaco e dagli Assessori i seguenti ex dipendenti comunali: Fabio Mario Guerrini (Unità di staff Economico Finanziario e Fiscalità – Responsabile Servizi Demografici e Statistica); Franca Scala (Settore Politiche Educative); Giuseppe Girardini (Polizia Locale); Angela Ripari (Settore Lavori Pubblici); Giovanni Bignamini (Settore Lavori Pubblici); Giuseppe Signore (Servizi di Rappresentanza); Mauro Scaietti (Unità di staff Urbanistica e Area Omogenea); Ernesto Boccasasso (Settore Cultura, Musei e City Branding); Luciana Querati (Settore Lavori Pubblici); Marialuisa Baltieri (Settore Cultura, Musei e City Branding); Paola Grazia Soldi (Settore Cultura, Musei e City Branding); Umberto Merletti (Polizia Locale); Ferruccio Elidoro (Servizio Segreteria Generale – Ufficio Archivio e Protocollo); Giorgio Stagno (Unità di staff Economico Finanziario e Fiscalità – Servizi Demografici e Statistica).

Agli ex dipendenti che non sono potuti intervenire – Elio Conzadori (Responsabile Servizio Cultura ed Eventi); Cesare Galantini (Polizia Locale); Rossana Mantovani (Unità di staff Economico Finanziario e Fiscalità – Servizi Demografici e Statistica); Giorgio Oneta (Settore Economico Finanziario – Servizio Entrate); Susanna Monti (Settore Politiche Educative); Francescantonio Ranieri (Settore Lavori Pubblici – Unità Operativa Cimiteriale); Silvia Toninelli (Dirigente Settore Politiche Educative, Piano Locale Giovani, Istruzione e Sport); Gabriella Zilli (Settore Economico Finanziario – Servizio Entrate); Ermanno Biglia (Unità di staff Urbanistica e Area Omogenea); Tiziano Zini (Unità di staff Provveditorato ed Economato); Augusto Arisi (Responsabile Servizio Manutenzione e Interventi alla città) – il riconoscimento sarà consegnato nei prossimi giorni.

Oltre all’attestato, ai premiati che hanno lavorato al Settore Cultura sono stati omaggiati due biglietti, a scelta, per la stagione di prosa e concertistica del Teatro Ponchielli, a tutti gli altri due biglietti di ingresso ai Musei Civici.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti