Ultim'ora
Commenta

Ufficio scolastico territoriale,
l'appello del direttore Molinari:
'Urgono interventi'

E’ un appello accorato quello che il direttore dell’Ufficio scolastico provinciale fa alle amministrazioni provinciale e comunale di Cremona, in una missiva, inviata lo scorso 13 dicembre, in cui chiede che vengano posti in essere gli “interventi di somma urgenza” relativi all’edificio che ospita l’ex provveditorato, attualmente in condizioni decisamente precarie. Tra questi, il “trasferimento dei fascicoli dell’archivio storico in altri locali (suggerisco il Seminario, che ha ampi spazi disponibili)” e la “collocazione dei fascicoli posti al piano rialzato in altri locali (quindi potrebbero essere adatti i locali dell’archivio storico che si renderebbero liberi)”.

Ovviamente anche la struttura ha bisogno di interventi importanti, come la “tinteggiatura e sanificazione degli uffici posti al primo e secondo piano (gli ultimi interventi effettuati risalgono addirittura al 1992!)”, il “risanamento muratura esterna in quanto in condizioni di vistoso ammaloramento” e “l’ttivazione della rampa disabili e dell’ascensore. A questo proposito sottolineo che, a tutt’oggi, un disabile in carrozzella non avrebbe modo di accedere all’ Ust, nemmeno nell’atrio di ingresso, stante la mancanza del montascale persino sui gradini esterni” sottolinea il provveditore. E ancora, è necessaria una “sistemazione degli infissi, che sono in una condizione a dir poco penosa” nonché la “predisposizione del condizionamento dell’aria per rendere sopportabile il lavoro durante i mesi estivi che, a Cremona, sono torridi”.

Naturalmente, sottolinea Molinaro, sempre rivolgendosi agli amministratori, “ogni intervento dovrà essere preventivamente concordato con l ’ufficio perché non si determini alcuna interruzione di un pubblico servizio. Comprendo che sia prioritario per voi adeguare i locali per future aule scolastiche, tuttavia al sottoscritto preme anzitutto creare una condizione di benessere lavorativo per coloro che già da anni si trovano in questo edificio. Tengo inoltre a precisare che ho provveduto a mie spese alla tinteggiatura della sala in cui è oggi posto il mio Ufficio, che ora ha almeno la parvenza di un luogo istituzionale”.

Inoltre intendo convocare a breve il nuovo Rspp designato dall’Ufficio Scolastico Regionale ed acquisire una sua relazione scritta” continua Molinari. “In ultimo mi permetto di sottolineare il fatto che lo splendido auditorium che è parte dello stabile non sia assolutamente fra le priorità dei lavori di adeguamento. Ciò sottrae all’intera collettività uno spazio che potrebbe risultare fruibile da diversi attori. Per quanto mi riguarda, resto in attesa di un Vostro gentile cenno di riscontro, in mancanza del quale assumerò le decisioni conseguenti. Mi riservo di trasmettere copia di questa lettera alla stampa, al Prefetto, all’ATS Valpadana, ai VV.FF ed al Ministero dell’Istruzione”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti