2 Commenti

Commissione Paesaggio,
pubblicato il bando
per il rinnovo

Pubblicato all’albo pretorio del Comune il bando per le candidature alla prossima commissione Paesaggio, così come deciso dalla Giunta nella seduta del 23 gennaio. La Commissione resta in carica fino alla scadenza del mandato e quella attuale, presieduta da Massimo Terzi, era in proroga. Rispetto ai precedenti criteri per la scelta dei commissari, il nuovo bando introduce alcune novità: il numero resta comunque di sei, compreso presidente e vicepresidente e viene introdotto il concetto di parità di genere, anche se non in maniera perentoria. Favoriti inoltre i giovani professionisti: almeno due candidati dovranno avere non più di 40 anni.

Il bando è finalizzato alla formazione di una graduatoria di professionisti da cui verranno scelti i sei commissari. La commissione giudicante è composta dai dirigenti comunali Marco Pagliarini, Marco Masserdotti e dai funzionari Marco Cerri e Achille Meazzi.

II Presidente della Paesaggio deve essere in possesso di laurea e abilitazione all’esercizio della professione ed aver maturato una qualificata esperienza, come libero professionista o in qualità di pubblico dipendente, nell’ambito della tutela e valorizzazione dei beni paesaggistici. Gli altri membri devono essere in possesso di laurea o diploma universitario o diploma di scuola media superiore in una materia attinente l’uso, la pianificazione e la gestione del territorio e del paesaggio, la progettazione edilizia ed urbanistica, la tutela dei beni architettonici e culturali, le scienze geologiche, naturali, geografiche ed ambientali. Devono inoltre aver maturato una qualificata esperienza, almeno triennale se laureati ed almeno quinquennale se diplomati, nell’ambito della libera professione o in qualità di pubblico dipendente, in una delle materie sopra indicate e con riferimento alla tipologia delle funzioni paesaggistiche attribuite al Comune.

Nessun componente potrà essere nominato per più di una volta consecutiva: escluso quindi il doppio mandato, a differenza delle altre nomine di competenza del Comune.

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • michele de crecchio

    Mi auguro solo che i futuri membri della Commissione abbiano sensibilità e carattere: si tratta infatti di gestire la cosa più importante che una città possiede, il suo volto, il più importante dei mezzi attraverso il quale le generazioni future giudicheranno i nostri tempi. Purtroppo il quadro normativo nazionale e locale, sotto la spinta della crisi economica e culturale si sta, a mio pare, progressivamente deteriorando. Credo, pertanto che, se responsabili, non avranno un compito facile.

    • Abiff

      Ben detto, condivido in pieno.