Cronaca
Commenta

Coronavirus, in tribunale processi a porte chiuse I testi attendono in cortile

I testimoni dal Veneto

Ancora effetti del Coronavirus sull’attività di palazzo di giustizia. I 15 processi in programma per oggi, così come disposto dal giudice, si sono celebrati a porte chiuse per evitare il più possibile contatti e assembramento di persone sia in aula che in corridoio. Per questo motivo i testimoni sono stati invitati ad attendere il loro turno in cortile. A chiamarli, di volta in volta, è stato il carabiniere in servizio di udienza che ha fatto su e giù dallo scalone per andare a prendere i singoli testimoni e accompagnarli in aula. Tra i testimoni di un processo, anche tre persone provenienti da Valdobbiadene, in provincia di Treviso, il secondo focolaio più grande del Veneto.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti